Come riconoscere i sintomi più comuni di cattiva salute

Un gatto sano conduce una vita abitudinaria, per questo motivo anche la minima alterazione della sua routine potrebbe essere il campanello d’allarme per indicare qualche problema di salute. I gatti non mostrano i loro malesseri, quindi dev’essere il proprietario a riconoscere quando occorre aiuto o un intervento. Di seguito alcuni suggerimenti per capire se il gatto è malato. Si raccomanda di consultare il veterinario.

 

Cambiamento di appetito, di sete e del pelo

Cambiamento dell'appettito e della sete

Quando il gatto mostra meno appetito così come un aumento del senso di fame probabilmente è il segnale che qualcosa non va, potrebbero esserci problemi di ipertiroidismo o diabete. L’inappetenza è il segnale che qualcosa non va perché potrebbe avere dolore nel mangiare magari per problemi ai denti o alla bocca ma se il rifiuto del cibo persiste potrebbero esserci in corso malattie più gravi. È importante notare anche se il gatto beve di meno o di più rispetto al solito, in questo caso il sintomo potrebbe essere il segnale di una serie di disturbi del metabolismo.

C’è da preoccuparsi se…

Il gatto aumenta o diminuisce il suo peso di 200 gr o più. Nel gatto anziano una maggiore fame associata però a dimagrimento può essere causato da disturbi alla tiroide oppure nel gatto in età adulta potrebbe segnalare un principio di diabete.

Cambiamento del pelo

Quando il gatto si prende meno cura di sè e della sua igiene personale allora potrebbero esserci delle malattie in corso. Il gatto è un animale pulito, sempre a posto, in ordine. Il pelo di un gatto sano deve essere lucido, non arruffato, in caso contrario occorre prestare attenzione all’animale e ad altri eventuali sintomi.

 

Cambiamento della respirazione

Il gatto sano e tranquillo respira in modo impercettibile. Se il suo respiro si fa affannoso si noterà che la pancia si solleva prima del petto. I cambiamenti del respiro possono essere associati ad inappetenza e al desiderio di nascondersi e di stare sdraiato. L’asma nel gatto è un problema grave da non sottovalutare così come le infezioni al tratto respiratorio superiore e i traumi al torace. Ma attenzione a non esagerare con le preoccupazioni. Il gatto può ansimare anche semplicemente perché è nervoso, eccitato, stanco o se ha caldo.

C’è da preoccuparsi se…

Il gatto continua ad ansimare senza un motivo apparente. In questo caso fargli prendere aria fresca e consultare il veterinario.

 

Se dorme di più

Il gatto è un animale che dorme tanto, questo ormai è noto. Il sonno occupa gran parte della sua giornata, ma bisogna fare attenzione se nelle ore di veglia si mostra apatico, senza forze, inattivo, reticente a saltare. In questo caso è meglio avvisare il veterinario. A volte l’obesità è causa di questo malessere. Una volta affrontato il problema, con il dimagrimento e un’alimentazione controllata, il gatto torna in ottima forma.

 

Cambiamento del colore di gengive e labbra

Gengive del gatto

Se le gengive e le labbra del gatto sono di colore rosa significa che gode di buona salute. È importante tenere sotto controllo il colore delle sue labbra e delle sue gengive perché possono essere il segnale di qualche malessere. Il colore dipende dalla circolazione del sangue e dall'ossigeno presente nei globuli rossi. Anche l’odore del suo alito può essere il campanello d’allarme di qualche malattia.

C’è da preoccuparsi se…

  • Le gengive sono gialle.
    Può esserci un itterizia in corso, disturbi al fegato, parassiti del sangue o una peritonite infettiva.
  • Le gengive sono cianotiche.
    In questo caso il gatto è in stato di shock a causa di mancanza di ossigeno.
  • Le gengive sono rosse.
    Il gatto può essere stato avvelenato da monossido di carbonio, può avere la febbre o un’infezione in atto. Vedi Cosa fare in caso di avvelenamento.
 

Altri aspetti da tenere sotto controllo

  • Il vomito. È abbastanza frequente nel gatto. Può vomitare in caso abbia mangiato con troppa ingordigia oppure se ha ingerito erba. In genere non è preoccupante così come la diarrea se si tratta di eventi casuali e di breve durata. In altri casi è meglio consultare il veterinario.
  • Il naso asciutto. Potrebbe avere la febbre.
  • Zoppica, barcolla, non salta. Potrebbe avere delle contusioni o rotture alle ossa
  • Tosse
  • Stitichezza
  • Leccamento eccessivo
  • Incontinenza urinaria
  • Occhi e orecchie
  • Aggressività eccessiva e disturbi del comportamento

 

Libri consigliati

  • Il libro dei gatti tuttofare

    T. S: Eliot dipinge gli esseri umani, in questi ritratti bizzarri di gatti e caratteri gatteschi.
  • Gatti

    Dopo un'introduzione storica, dall'evoluzione del gatto alla sua rappresentazione nella cultura e nell'immaginario collettivo umano, la guida si divide in singole schede, ciascuna dedicata
  • Perché i gatti si fanno di erba e noi siamo pazzi di loro

    Perché i gatti "fanno la pasta"? Cosa comunicano con le fusa? È vero che amano la musica? E perché perdono la testa per l'erba gatta?
  • Il cucciolo di gatto

    Il vostro adorato gattino vi distrugge la casa, si fa le unghie sul divano e fracassa i ninnoli?
 

Lascia un commento

Salve, io ho una gatta di 7 anni di nome Jiji.
Da qualche settimana ho notato un diradamento del pelo che ho attribuito al caldo eccessivo di questi mesi, ma ultimamente ho visto che le gengive sono molto chiare.
Il suo comportamento non è cambiato però, continua a voler uscire, mangia volentieri e le feci sono nella norma.
In attesa di un vostro parere,

Grazie,

Tina

Buonasera,ho una gatta di sei mesi,fino a tre giorni fà aveva un gran apetito,invece adesso non mangia vuole uscire ,gioca meno e dorme di più e beve pochissimo.Cosa ne pensa?
In Attesa di vs risposta DISTINTI SALUTI

Buonasera Enrico,
capita anche a noi di avere momenti no. Il cambio di stagione, di clima...o semplicemente la crescita. Il richiamo verso il mondo esterno e la libertà per i gatti è estremamente forte. Potrebbe essere solo annoiata e basta.
Inoltre i gatti sanno regolararsi benissimo. Magari nei giorni scorsi la sua gatta ha esagerato con la pappa ed ora ha semplicemente meno appetito. Se invece mostra altri segni di disagio, provi a consultare il veterinario.

Buonasera.
Il mio gatto ha iniziato improvvisamente a barcollare ed a mangiare moltissimo. Ho guardato le pupill ma si chiudono regolarmente se illuminate e alla palpazione non risultano dolori dovuti a fratture o botte. Anche il gatto della vicina presentargli stessi sintomi mentre un'altra nostra amicizia, che resta sempre in casa, non ha per il momento tali pro le atiche. Avrei pensato ad un avvelenamento, ma ha sostanza che, negli umani, provocazione stordimento, barcollio e fame chimica è la cannabis. Possibile che qualche ragazzotto del vicinato abbia utilizzato l'erba per sballare i gatti anziché se stesso? Ci possono essere altre cause?
Grazie mille per l'attenzione.
Alfredo

Buongiorno

Ho una gatta di oltre 17 anni,da qualche giorno non mangia più,beve solo.
Solo che adesso è dimagrita e non si regge più in piedi.
Mi sono accorto che ha le gengive gialle a anche l'interno delle orecchie è giallo.
Cosa può essere?
Grazie

Gentile Luigi, potrebbe esserci un' infezione in corso. Il gatto deve nutrirsi, se non lo fa potrebbe debilitarsi troppo vista l età. Vada dal veterinario solo lui può fare diagnosi.

Buongiorno da circa 10 giorni ho una gattina di circa 4 mesi.. È una trovatella.. Aveva la tosse ed il veterinario le ha prescritto l'antibiotico x 7 giorni..Da ieri non lo prende più,mangia regolarmente ma sin dal primo giorno dorme tanto,non gioca mai e vuole stare sempre a contatto con l'umano.. Premetto che x 8 anni ho avuto un gatto (sempre trovatello) però non era così apatico..Sono preoccupata qualcuno potrebbe aiutarmi?

@Cele: come sta la trovatella? Tieni presente che l'antibiotica mette stanchezza e disturbi gastro intestinali. L'apatia che hai notato può collegarsi alla cura somministrata. Anche a noi una cura antibiotica crea disagi. Un micino di 4 mesi deve essere vivace e attivo, se è eccessivamente tranquillo, vuol dire che non sta bene. Facci sapere