Nel linguaggio comune si definisce sterilizzazione  per la gatta e castrazione per il maschio l'operazione chirurgica che li rende sterili. In realtà entrambe le operazioni sono definibili come sterilizzazione proprio perché la finalità è la stessa. Nel caso della femmina il termine medico è "ovariectomia". È importante sapere perché e quando sterilizzare il gatto e cosa comporta l'operazione. Di seguito utili consigli per affrontare al meglio l'operazione e il post-operatorio.

  • Castrazione

    Mentre le gatte femmine vengono sterilizzate, i maschi possono essere castrati onde evitare il proliferare di colonie feline randagie o comunque altre...
  • Sterilizzazione

    L'intervento di sterilizzazione della gatta femmina si chiama "ovariectomia", ossia asportazione delle ovaie mediante incisione nell’addome...

 

Libri consigliati

  • Cento modi per il gatto...

    "Per far sì che il vostro umano capisca che voi siete il gatto alfa, capofamiglia nonché capobranco, iniziate fin da subito un programma di ridimensionamento del suo status sociale.
  • La magia del gatto

    Tra tutti gli animali domestici il gatto è certamente quello più affascinante, ma anche quello nei cui confronti esistono più pregiudizi.
  • I poteri magici del gatto...

    Da sempre la figura del gatto è legata all'occulto, alla magia, all'esoterismo, al mondo del sacro e all'aldilà.
  • Cat confidential

    "I gattofili adorano parlare dei loro gatti. Hanno la casa piena di foto, libri, calendari, tovagliette da tè e bigiotteria ispirati ai loro amati felini.
 

Lascia un commento

Salve, io ho due gattine a casa che fino a qualche giorno fa si adoravano ed erano inseparabili, ma adesso l´amicizia sembra finita: Due giorni fa ho portato la micia più piccola ad essere sterilizzata perchè ormai era ora, e mentre durante la sua assenza l´altra piangeva e la cercava, adesso non la riconosce più ed anche se non l`attacca di proposito, le soffia e la scaccia ogni volta che le si avvicina. La piccola la cerca, vuole giocare e prova a leccarla, ma la sorella grande non vuole saperne. vedere la confusione nel musetto della piccola, per la quale nulla è cambiato, mi riempie di tristezza. È normale tutto questo? Potranno essere di nuovo amiche? Avete consigli per me?

Grazie,

Antonio