Cura e patologie delle orecchie dei gatti

Le punte delle orecchie del gatto spesso si feriscono durante le zuffe con altri gatti mentre l’interno delle orecchie può venire attaccato dagli acari provocando forte prurito. Le allergie cutanee si manifestano di frequente proprio nelle orecchie. Tutte queste patologie non vanno sottovalutate perché possono generare danni al timpano.

 

Sintomi e disturbi da non sottovalutare

  • Prurito alle orecchie: spesso causato da acari
  • Secrezione giallo-verde: segno di infezione
  • Croste sulle punte delle orecchie: punture di insetti o allergie
  • Orecchio gonfio: può essere il segnale di un ascesso
  • Se il gatto inclina la testa: segnale di una infezione all’orecchio medio
  • Orecchie ingrossate: indicano una allergia in corso
 

Otiti parassitarie

Gatto con parassiti alle orecchie

Gli acari delle orecchie vivono nel canale auricolare dei gatti e si nutrono di frammenti di pelle. Crescono e si riproducono nel cerume rossiccio e scuro e provocano disturbi quali pruriti e dolore.

Sintomi

Il gatto con otiti parassitarie tenderà a grattarsi di continuo e a scuotere la testa. In alcuni casi può presentare vertigini e convulsioni. Solo l’esame microscopico del veterinario riesce a stabilire con certezza se c’è un attacco di acari nelle orecchie. Se si nota quindi il gatto scuotere di frequente la testa e grattarsi le orecchie di continuo è meglio andare subito dal veterinario.

Cure

Si tratta di una malattia contagiosa è necessario pertanto isolare il gatto malato e disinfestare la sua cuccia con antiparassitari. Se curata in tempo l’otite parassitaria si può definitivamente debellare.

 

Cosa fare in caso di problemi alle orecchie

Per evitare i più banali problemi alle orecchie del gatto occorre in estate utilizzare un antizanzare. La maggior parte dei disturbi alle orecchie può essere curata entro le ventiquattr’ore da un veterinario senza ulteriori complicazioni.

 

Come pulire e curare le orecchie al gatto

Come pulire le orecchie al gatto

È assolutamente meglio evitare l’uso di cotton fioc. Le orecchie dei gatti sono organi molto delicati ed è consigliabile richiedere l’intervento di un esperto. Nel caso ci sia soltanto un accumulo di sporcizia si può usare con estrema delicatezza un batuffolo di cotone ma solo nella parte esterna imbevuto ad esempio di camomilla tiepida.

Come curare le orecchie al gatto

Se il veterinario dovesse riscontrare qualche patologia richiedendo quindi una terapia da fare a casa occorre armarsi di pazienza e iniziare gradualmente ad abituare il gatto al trattamento. Prendere il micio in braccio avvolgendolo in una coperta così da tenerlo fermo e nello stesso tempo rassicurarlo e procedere così:

  • piegare indietro l’orecchio esterno per avere più facile accesso al canale uditivo
  • cercare di pulire l’orecchio esterno con la soluzione consigliata dal veterinario massaggiando in modo delicato e con l’aiuto del cotone
  • ripetere la stessa procedura anche sull’altro orecchio
  • lasciare andare il gatto ma dopo circa cinque minuti usare del cotone per pulire ancora l’orecchio dal cerume che si sarà staccato
  • ricordarsi sempre di premiare il micio con qualche ricompensa.

 

Libri consigliati

 

Lascia un commento