Utile guida per scegliere il tiragraffi migliore per il tuo micio
 

Il gatto marca il territorio

I gatti amano esplorare gli ambienti in cui si trovano, si arrampicano, saltano e si divertono a giocare e a interagire con lo spazio che li circonda. Spesso i mobili e gli oggetti di casa diventano ostacoli da superare e il rischio che qualcosa si rompa o si rovini è sempre in agguato. Il micio si strofina sugli oggetti per marcare il territorio e oltre ai segni visivi lascia delle tracce olfattive all’interno delle stanze in cui si muove. Nelle guance dei gatti e nei polpastrelli ci sono delle ghiandole che espellono i feromoni, delle sostanze che noi umani non percepiamo ma che vengono riconosciute dagli altri animali: questo è il loro modo di marcare il territorio e segnalare la propria presenza ad altri felini.
Allo stesso tempo i gatti possono utilizzare gli oggetti più comuni presenti nei nostri appartamenti come divani, tende e sedie per affilare le unghie, un semplice rito che permette al gatto anche di allenare i suoi muscoli, tirandoli e stirandoli. 

 

Il tiragraffi è come un albero

È possibile far continuare a divertire il nostro gatto scegliendo gli accessori giusti e trasformare l’appartamento in cui vive in uno spazio ludico senza rovinare i mobili di casa. Tra gli accessori in commercio il tiragraffi permette al felino di limare le unghie e arrampicarsi. Ne esistono diversi modelli in legno naturale, cartone, sisal o materiali naturali.
Il tiragraffi per i gatti simula in generale il ruolo dell’albero, il felino ama le altezze e gli spostamenti verticali e si inerpica spesso sui tronchi anche per limarsi le unghie.
Nello scegliere il tiragraffi è importante considerare l’altezza: l’accessorio deve infatti permettere al gatto di allungarsi completamente sia con le zampe anteriori che con quelle posteriori e in generale dovrebbe essere almeno 10 cm più alto del gatto disteso. 

 

I criteri per scegliere il tiragraffi

Esistono diverse tipologie in commercio, come quelli proposti da http://www.isoladeitesori.it.
Da bravi padroni dobbiamo essere anche bravi osservatori, prima di scegliere il tiragraffi giusto occorre capire quali sono gli oggetti del nostro appartamento che attirano la sua l’attenzione e soprattutto in quali stanze si trovano, in questo modo possiamo posizionare l’oggetto nell’ambiente casalingo più idoneo.
Anche nella scelta del materiale è utile osservare le abitudini del gatto, se ama distendersi e grattare il tappeto è consigliabile ad esempio un tiragraffi rivestito di moquette.
È possibile personalizzare questo oggetto anche con altri accessori come palline e giochi che possono attirare la sua attenzione posizionandoli con un filo nella parte più alta del tiragraffi, in questo modo il gatto cercherà di raggiungerli.
Il tiragraffi mantiene il gatto sempre attivo, gli permette non solo di limare le unghie ma anche di allungare i muscoli, marcare il proprio territorio, arrampicarsi o restare in posizione rialzata. Questo accessorio è in grado di rispondere alle molteplici esigenze del felino e allo stesso tempo lo allena ad attività indispensabili per la sua salute.

È importante educare micio all’uso del tiragraffi tuttavia non perdiamo la pazienza se non apprende velocemente ma rispettiamo i suoi tempi trasformando la conoscenza di questo nuovo oggetto in un momento divertente.
I gattini dovrebbero prima abituarsi all’uso di un tiragraffi di piccole dimensioni, per i gatti più grandi invece si può optare per uno con una base pesante e colonne più robuste.
La diversità di oggetti presenti sul mercato permette inoltre di adattare il tiragraffi anche alle esigenze della nostra casa, da semplice oggetto per il nostro animale può anche trasformarsi in un accessorio in grado di arredare con gusto uno dei nostri ambienti.

 

Alternative al tiragraffi

In alternativa al tiragraffi esistono molti prodotti utili per affilare gli artigli come le tavolette tiragraffi o i tappetini che possono anche essere affissi al muro in modo da poter permettere al gatto di stiracchiarsi. Si tratta di soluzioni alternative che occupano meno spazio ma che ben si adattano alle esigenze del nostro felino.

 

Libri consigliati

  • Cat confidential

    "I gattofili adorano parlare dei loro gatti. Hanno la casa piena di foto, libri, calendari, tovagliette da tè e bigiotteria ispirati ai loro amati felini.
  • Gattoterapia. Gli esercizi

    La presenza di un gatto in famiglia non è importante solo per il benefico influsso di un pezzetto di natura selvaggia (o quasi) in casa, per contrastare lo stress o far crescere i bambini in modo p
  • La bibbia del gatto

    Dopo "Cat detective" e "Cut confidential", in questo nuovo manuale Vicky Halls fornisce informazioni utili a tutti coloro che decidono di intraprendere una sana, allegra e proficua conviven
  • La magia del gatto

    Tra tutti gli animali domestici il gatto è certamente quello più affascinante, ma anche quello nei cui confronti esistono più pregiudizi.
 

Lascia un commento