Consigli pratici per scegliere un micino sano e vispo

Quando si deve scegliere un gattino, così come avviene per i gatti adulti, ci si può rivolgere ad Associazioni animaliste, oppure si possono guardare annunci o tramite il passaparola.
A volte si possono trovare dei cuccioli di gatto anche dai veterinari, da allevatori ma in alcuni casi sono proprio loro a farsi trovare e a scegliere il proprietario. Ci sono però dei segnali importanti da considerare quando si vuole scegliere un gatto cucciolo. Vedi anche Tutto sui micini.

 

Come capire se un cucciolo di micio è sano

Quando si sceglie un cucciolo di micio è importante osservarlo con attenzione perché ci sono delle caratteristiche importanti da considerare, dei segnali che indicano se è in buona salute e se è un gattino sano.

Un gattino è sano se...

  • Il fondo della sua schiena deve essere pulito, non deve mostrare residui di feci o di umidità
  • Il mantello e la pelle sono morbidi e sani, non devono essere troppo grassi o secchi
  • Non ci sono zone disidratate sulla sua pelle
  • Non si notano macchie nerastre sul pelo, intorno alle orecchie, sotto al mento, perchè può essere un segnale di presenza di pulci
  • La pancia non è troppo grossa perché potrebbe indicare la presenza di vermi
  • La testa è stabile, non deve tremare o muoversi su e giù
  • Le orecchie sono ben pulite all’interno, senza macchie nere, segnale di acari.
  • Gli occhi sono brillanti, vivaci e luminosi. Non devono essere rossi o lacrimosi. La terza palpebra non si deve sempre vedere nell’angolo interno dell’occhio
  • Il naso è umido ma non deve gocciolare. Il micino non deve starnutire.
  • Osservando la bocca le gengive sono di colore roseo e i denti sono puliti, l’alito non deve avere cattivo odore
  • La coda non deve essere storta o mostrare deformità
  • Non deve dare segni di zoppicamento
  • Il corpo deve essere sodo e muscoloso tanto che prendendolo in braccio deve sembrare molto più pesante rispetto all’apparenza.

È importante guardare anche il movimento del cucciolo per capire se si tratta di un micino sano.
Il comportamento infatti deve essere vigile, attento, ma tranquillo.
Non deve mostrarsi spaventato o eccessivamente apatico e deve muoversi in modo libero e agile.

 

Test prima di prendere un micino

In alcuni casi si può cercare di comprendere il carattere e lo stato di salute di un cucciolo di gatto semplicemente facendo qualche test anche da soli.

Test di socievolezza del gattino

Si consiglia di avvicinarsi al micino per osservare come reagisce. Si può cercare di prenderlo in braccio facendo attenzione a non spaventarlo.
Se il cucciolo di gatto si mostra tranquillo e si lascia accarezzare rispondendo positivamente, vuol dire che è già abituato al contatto sociale.

Test per vedere se il micino è reattivo

Un gattino sano meno incline in futuro a problemi comportamentali può essere messo alla prova con un semplice test. Si lancia una pallina e si guarda cosa accade.
Se la rincorre senza eccessiva enfasi, ma con attenzione e divertimento, è sicuramente un cucciolo che sa giocare nei giusti limiti, senza mostrarsi troppo eccitato e neanche troppo apatico.

Test di rilassamento

Si può misurare il grado di rilassatezza e serenità del gattino prendendolo per la collottola. Un micino tranquillo resta a penzoloni, le sue zampette sono ripiegate, la testa messa di lato il tutto ad esprimere assoluta fiducia e rilassamento, segnale di aver ricevuto un buon insegnamento al controllo dalla madre.
Un cucciolo che si dimena cercando di liberarsi a tutti i costi invece non sa ancora relazionarsi.

 

Comprare un gattino da un allevatore

Come scegliere un gatto da allevatori

Qualora si decida di comprare un gattino da un allevatore è bene contattarlo in anticipo spiegando quali sono le richieste.
Non sempre è facile comprare un cucciolo di gatto adatto alla riproduzione perché gli allevatori stessi spesso non li vendono a sconosciuti.
Può capitare che si debba prenotare il micino ed aspettare la cucciolata idonea.
Inoltre in alcuni casi, previo accordo, se si sceglie un gatto di razza e una volta a casa si ammala o non si adatta alla nuova famiglia, entro una o due settimane, si può riportarlo  all’allevamento.
Prima di comprare un gattino da un allevatore si può chiedere di vedere la cucciolata, ma non sempre è possibile scegliere il colore del mantello e il sesso del gattino.

 

Cosa osservare in un allevamento di gatti

Se si sceglie di comprare un cucciolo di gatto in un allevamento è bene essere attenti e preparati. Anche se ci si rivolge direttamente al proprietario di una cucciolata si consiglia di porre le giuste domande e di osservare bene alcuni dettagli per non rischiare di prendere un micino malato o che non corrisponda ai propri desideri.

Non prendere un gattino in un allevamento se:

  • si sente un forte odore di feci o pipì
  • ci sono troppi cuccioli perché in genere una persona da sola non dovrebbe avere più di una cucciolata, al massimo due, alla volta
  • le lettiere sono sporche e non c’è acqua fresca
  • il proprietario non vaccina i micini prima di darli in affidamento, adozione o vendita
  • ha meno di nove settimane di vita, i cuccioli infatti devono restare con la mamma fino almeno all’ottava settimana
  • è tenuto lontano dalla casa e sembra all’apparenza irrequieto o nervoso
  • sembra debole, apatico, intontito. Le mamme gatte che hanno appena partorito invece possono sembrare magre perché le cucciolatae spesso le indeboliscono
  • non viene data la possibilità di vedere la mamma o non ci sono i documenti idonei di pedigree nel caso di gatti di razza. Il pedigree deve essere registrato e firmato
  • il proprietario della cucciolata fa pressione affinché venga preso il cucciolo e si mostra disinteressato alle sue sorti.

 

Libri consigliati

  • Gattoterapia. Gli esercizi

    La presenza di un gatto in famiglia non è importante solo per il benefico influsso di un pezzetto di natura selvaggia (o quasi) in casa, per contrastare lo stress o far crescere i bambini in modo p
  • Dizionario bilingue italiano-gatto, gatto-italiano

    Oltre 9 milioni di gatti vivono nelle nostre case. Eppure spesso abbiamo difficoltà a stabilire una relazione con il nostro amico peloso, a capirlo e a farci capire.
  • Tutto sulla psicologia del gatto

    Utile testo e guida per capire l'affascinante psiche del gatto, i suoi comportamenti, le sue esigenze, i suoi bisogni.
  • Dimmi che gatto hai e ti dirò che donna sei

    "Cercate di capire il gatto e capirete la donna" recita un detto orientale: le caratteristiche fisiche e caratteriali, i comportamenti, i pregi e i difetti dei mici sono lo specchio di quelli del m
 

Lascia un commento