Una storia a lieto fine. Grazie a zio Abdo, il gatto Biso si è salvato

Aprile 2015 - Per cinque anni il gatto Biso è rimasto intrappolato dietro ad un muro a Il Cairo. Il micio è sopravvissuto per tutto questo tempo grazie ad un anziano signore, chiamato Zio Abdo, che per tutto questo tempo si è preso cura di lui portandogli ogni giorno cibo e acqua che con pazienza allungava attraverso una piccola intercapedine della stazione della metropolitana del Cairo. A marzo 2015 finalmente la svolta grazie ad una foto scattata da un turista che aveva notato spuntare dal muro l coda di un gatto, postando poi la foto sui social network sensibilizzando così l’opinione pubblica. Quando qualche giorno fa la parete è stata rimossa è uscito un forte odore visto che quel piccolo spazio è stato per cinque anni la dimora del povero gatto. Dimora che sarebbe a breve diventata una tomba viste le condizioni un cui è stata trovata. Lungo i 4 metri di lunghezza c’erano vermi e sporcizia, ma al momento della liberazione la commozione è stata forte soprattutto per zio Abdo.  Una volta liberato il gatto Biso è fuggito via lontano, salvo da quel rifugio che sarebbe stato fatale.

 

Libri consigliati

  • Trilli. Riflessioni di una gatta in degenza

    Il libro racconta la storia di una micia, di nome Trilli, ricoverata in degenza nel mio ambulatorio per diverse settimane poiché aveva subìto un brutto incidente.
  • Il carattere del gatto

    Il gatto: un dio per gli antichi egizi, una maledizione per i cristiani superstiziosi del Medioevo, un compagno di meditazione per filosofi come Cartesio e Voltaire, un simbolo di mistero per maghi
  • Gattoterapia

    La storia racconta la vita di Lorenzo, un pubblicitario insicuro ed incerto, sia nella vita professionale che in quella privata.
  • Cat confidential

    "I gattofili adorano parlare dei loro gatti. Hanno la casa piena di foto, libri, calendari, tovagliette da tè e bigiotteria ispirati ai loro amati felini.
 

Lascia un commento