Una storia a lieto fine. Grazie a zio Abdo, il gatto Biso si è salvato

Aprile 2015 - Per cinque anni il gatto Biso è rimasto intrappolato dietro ad un muro a Il Cairo. Il micio è sopravvissuto per tutto questo tempo grazie ad un anziano signore, chiamato Zio Abdo, che per tutto questo tempo si è preso cura di lui portandogli ogni giorno cibo e acqua che con pazienza allungava attraverso una piccola intercapedine della stazione della metropolitana del Cairo. A marzo 2015 finalmente la svolta grazie ad una foto scattata da un turista che aveva notato spuntare dal muro l coda di un gatto, postando poi la foto sui social network sensibilizzando così l’opinione pubblica. Quando qualche giorno fa la parete è stata rimossa è uscito un forte odore visto che quel piccolo spazio è stato per cinque anni la dimora del povero gatto. Dimora che sarebbe a breve diventata una tomba viste le condizioni un cui è stata trovata. Lungo i 4 metri di lunghezza c’erano vermi e sporcizia, ma al momento della liberazione la commozione è stata forte soprattutto per zio Abdo.  Una volta liberato il gatto Biso è fuggito via lontano, salvo da quel rifugio che sarebbe stato fatale.

 

Libri consigliati

  • Il linguaggio del gatto

    Convivere con il gatto dà sempre notevoli gratificazioni: di natura affettuoso ma non invadente, cerca la compagnia del padrone pur mantenendo la propria indipendenza.
  • Il gatto parla

    Che il gatto sia intelligente, affettuoso, leale ogni amante di questo animale lo sa. Ma forse qualcuno non sa che è possibile instaurare con lui un legame ancora più stretto.
  • Tira fuori la gatta che è in te

    Bellissimo libro per donne che si sentono feline o ancora non sanno di esserlo.
  • L'alfabeto del gatto

    Parliamo lingue diverse, ma non è detto che non ci possiamo comprendere.
 

Lascia un commento