Il pesce nell’alimentazione del gatto

Il pesce nell'alimentazione dei gatti è un’ottima fonte di proteine quindi è utile integrarlo nella dieta del gatto.
È luogo comune però pensare che un gatto ne vada particolarmente ghiotto. Il gatto è un animale carnivoro, preferisce in genere la carne.
Il pesce è un alimento ricco di fosforo, nutriente, molto digeribile e quasi privo di grassi, utile quindi per i gatti con problemi di sovrappeso.
Ad ogni 100 grammi di pesce corrispondono circa 120/130 calorie.

 

Tipi di pesce preferito dai gatti

Il gatto preferisce mangiare la carne, ma in alcuni periodi dell'anno, ad esempio nei mesi estivi, si può integrare la sua alimentazione con cibi a base di pesce o si può cucinare del pesce proprio per il nostro gatto con ricette facili da fare in casa.
È importante ricordarsi sempre che troppo pesce nell'alimentazione del gatto non fa bene, perché può distruggere alcune vitamine importanti per la salute del gatto.
Quindi non si deve esagerare nell’inserire solo pesce nella pappa del gatto.
Inoltre carne o polpa di pesce non contengono calcio pertanto possono subentrare, se dati in eccesso, gravi problemi scheletrici anche se spesso i gatti lo mangiano volentieri perché attratti dall’odore molto invitante del pesce.

Sogliola e merluzzo

Il pesce bianco, come la sogliola e il merluzzo, ha dei valori nutrizionale ben diversi dal pesce azzurro, come il tonno o lo sgombro, decisamente più grassi. 
Se il gatto è grasso e deve dimagrire è consigliabile dargli da mangiare anche più volte alla settimana sogliola o merluzzo che sono meno calorici e meno grassi rispetto ad altro pesce.

Attenzione a dare l'aringa al gatto

L'aringa, così come altro pesce bianco, contiene degli enzimi chiamati tiaminasi che distruggono la tiamina, un’essenziale vitamina B importante per i gatti.
Per questa ragione è importante fare sempre una dieta varia ed equilibrata.
Attenzione quindi a non esagerare con le dosi di aringa al gatto.
Inoltre si tratta di un pesce che ha molte spine, quindi occorre prestare la massima attenzione alle lische che ovviamente non vanno mai date al gatto perché possono creare delle lesioni interne agli organi del gatto.

 

Quale pesce non dare al gatto

Innanzitutto occorre precisare che non si deve dare pesce crudo al gatto perchè può contenere pericoli per la sua salute come il parassita Anisakis presente negli intestini del pesce fresco, così come evitare di dargli la testa perchè ha troppe spine.
Il pesce al gatto va sempre dato cotto, anche solo sbollentato.

Alcuni tipi di pesce possono fare male ai gatti

Ci sono alcuni tipi di pesce di cui il gatto ne è veramente ghiotto, come i gamberetti. Ma occorre fare attenzione, perché alcuni tipi di pesce possono fare male al gatto.

Sgombri, calamari, triglie

Questi tipi di pesce piacciono molto ai gatti, ma se vogliamo dare da mangiare al gatto dello sgombro, dei calamari o le triglie, occorre tagliare il pesce in piccoli pezzi e risciacquare sempre sotto acqua corrente così da eliminare eventuali residui di additivi.

No ai gamberetti al gatto!

Chi ha un gatto ne resterà sorpreso, ma è meglio evitare di dare i gamberetti al gatto anche se loro ne sono molto golosi.
I gamberetti sono alimenti altamente alcalinizzanti che possono in gatti predisposti favorire malattie alle vie urinarie.

Si può dare il tonno in scatola al gatto?

No, è meglio non dare abitualmente al gatto il tonno in scatola perché potrebbe fare alterare la quantità totale di mercurio nel suo corpo causando gravi problemi.
Se proprio ci capita di non aver in casa niente da dare da mangiare al gatto se non una scatoletta di tonno in scatola, almeno che sia tonno al naturale.

 

Libri consigliati

  • Cento modi per il gatto...

    "Per far sì che il vostro umano capisca che voi siete il gatto alfa, capofamiglia nonché capobranco, iniziate fin da subito un programma di ridimensionamento del suo status sociale.
  • La magia del gatto

    Tra tutti gli animali domestici il gatto è certamente quello più affascinante, ma anche quello nei cui confronti esistono più pregiudizi.
  • Il carattere del gatto

    Il gatto: un dio per gli antichi egizi, una maledizione per i cristiani superstiziosi del Medioevo, un compagno di meditazione per filosofi come Cartesio e Voltaire, un simbolo di mistero per maghi
  • La filosofia del gatto

    Si legge di gatti se li si ama.
 

Lascia un commento