Panleucopenia, gastrointerite virale del gatto

La gastroenterite felina è una fra le più temibili malattie del gatto. Oltre ad essere molto grave è estremamente contagiosa. Il vaccino fa parte della vaccinazione trivalente.

 

Cos'è e come si trasmette

Si tratta di una malattia causata da un virus, parvovirus (FPV), di facile diffusione nell’ambiente. La possibilità che un gatto la contragga dipende dal suo sistema immunitario, se è stato vaccinato o no, e dalla carica infettivante delle particelle virali. Il tempo di incubazione può variare da due a dieci giorni. Il virus colpisce e distrugge le cellule dell’intestino causando nel gatto una forte diarrea, inoltre attacca e distrugge anche i globuli bianchi, abbattendo le difese immunitarie. Questa malattia provoca la morte per disdratazione o infezioni secondarie. Il virus è molto resistente e resta nell’ambiente piuttosto a lungo. Nei luoghi in cui si è certi ci sia stato un gatto infetto si consiglia di disinfettare con acqua e varichina per rendere inattivo il virus.

Come si trasmette

Sono i gatti infetti a diffondere il virus nell’ambiente tramite saliva, vomito, feci, urina. Il contagio avviene se un gatto sano entra in contatto con uno malato, oppure tramite inalazione o se mangia cibo contaminato. Il virus della Panleucopenia felina colpisce in particolare i gatti in giovane età provocandone una morte prematura. Nel caso venga infettata una gatta in gravidanza le conseguenze possono essere oltre all’aborto la nascita di mici con gravi lesioni cerebrali.

 

I sintomi della gatroenterite virale

Vomito e diarrea liquida e maleodorante sono tra i principali sintomi di questa importante malattia. Si manifesta anche una diminuzione e perdita totale di appetito e febbre.
Il vomito spesso avviene con conati anche a stomaco vuoto e può comprendere schiuma giallastra. Il pelo del gatto si presenta arruffato, gli occhi e naso lacrimano e la respirazione può essere catarrosa.

Come scoprire se un gatto è malato di Panleucopenia

La diagnosi viene effettuata dal veterinario tramite gli esami del sangue. L’eccessiva diminuzione di globuli bianchi è la conferma del contagio.

 

Come prevenire

Non esiste una specifica cura per la gastroenterite virale dei gatti quindi è di vitale importante procedere sempre con la vaccinazione. Nei mici si inizia il ciclo di vaccinazione a 8 settimane di età e il richiamo dopo tre settimane. Ogni anno poi si deve procedere con i richiami. La vaccinazione come forma di prevenzione si deve fare anche ai gatti adulti con i richiami annuali e fa parte del cosiddetto vaccino trivalente.

 

Come curare la gastroenterite virale

Nel caso si osservino nel gatto i sintomi sopra indicati o ci siano possibili dubbi su un suo eventuale contatto con animali o luoghi infetti è fondamentale la tempestività di intervento, quindi si deve portare subito il gatto dal veterinario. È solo la terapia di sostegno alla malattia l’unica via per affrontare questa malattia non esistendo una cura specifica. In questo modo si cerca di aumentare le difese immunitarie del gatto e di idratarlo il più possibile. I liquidi vengono somministrati per via endovenosa mentre si scongiurano infezioni secondarie con antibiotici. La Panleucopenia è molto pericolosa e presenta un alto tasso di mortalità soprattutto nei gatti più giovani. Senza una terapia di sostegno il gatto ha poche possibilità di sopravvivere. Se però un micio riesce a debellare la malattia allora sviluppa un’immunità che lo preserva per tutta la vita senza evidenti danni all’intestino, occorre però tener presente che anche se il gatto è guarito continua a diffondere il virus per altre 6 settimane circa.

 

Libri consigliati

  • Dimmi che gatto hai e ti dirò che donna sei

    "Cercate di capire il gatto e capirete la donna" recita un detto orientale: le caratteristiche fisiche e caratteriali, i comportamenti, i pregi e i difetti dei mici sono lo specchio di quelli del m
  • La bibbia del gatto

    Dopo "Cat detective" e "Cut confidential", in questo nuovo manuale Vicky Halls fornisce informazioni utili a tutti coloro che decidono di intraprendere una sana, allegra e proficua conviven
  • I poteri magici del gatto...

    Da sempre la figura del gatto è legata all'occulto, alla magia, all'esoterismo, al mondo del sacro e all'aldilà.
  • Il gatto parla

    Che il gatto sia intelligente, affettuoso, leale ogni amante di questo animale lo sa. Ma forse qualcuno non sa che è possibile instaurare con lui un legame ancora più stretto.
 

Lascia un commento

Buon giorno ..ieri ho dovuto far sopprimere la mia micia xche ha contratto la gostrointerite felina..la cosa mi ha sconvolto...aveva solo un anno..non l'avevo fatta vacinare..w viveva fuori..ho un altra gattina che vive in casa.ed e vacinata con rcp..volevo sapere se c'è il rischio che possa essere stata contagiata..prefetto. Che mia e pallina non hanno avuto contatto... Solo tramite me..

Buongiorno,
in teoria la RCP o trivalente copre anche la panelucopenia, non dovrebbero esserci rischi.
Il momento sarà terribile! Per questo è importante vaccinare sempre i propri mici, anche se stanno fuori. Possono comunque contagiare gli altri e noi possiamo fare da tramite. Facci sapere,
Nicoletta