La forma del corpo come risposta alle esigenze del clima

La struttura corporea e la forma del muso sono parametri importanti per classificare le diverse razze di gatti. Alla morfologia si collega anche la personalità del gatto, ad esempio le razze snelle sono più vivaci delle altre. La tipologia di una razza fornisce informazioni anche sul suo luogo di origine.

 

Forma della testa

Prima che l’uomo iniziasse ad allevare i gatti in modo selettivo per adeguarli a determinati gusti estetici, la testa del gatto era di forma moderatamente rotonda con muso a cuneo, ideale per la cattura delle prede. In alcune razze orientali la forma cunea è stata addirittura accentuata o esasperata come per il Devon Rex. Invece i gatti come i Persiani presentano muso piatto, come l'equivalente cane pechinese. È uno degli standard di razza che viene considerato alle mostre e ai concorsi felini per l'assegnazione del punteggio. Vedi anche Forma e colore degli occhi e Mantello.

 

Forma del corpo

La struttura del corpo del gatto cambia anche in base al luogo di origine.

I gatti dei climi freddi

Le razze come come il British e l’American Shorthair hanno testa grande e tonda, muso largo, corpo massiccio con ampio torace, arti robusti, piedi tondi e coda folta. Queste peculiarità morfologiche permettono al gatto di trattenere il calore. I gatti originari a pelo lungo, i Persiani, erano caratterizzati da una corporatura massiccia e muscolosa che garantisse la sopravvivenza durante gli inverni rigidi della Turchia e dell’Iran. Il Norvegese delle Foreste e il Maine Coon hanno musi moderatamente lunghi che facilitano la cattura delle prede.

I gatti dei climi semi esotici

Questi gatti invece invece hanno una struttura sottile ma muscolosa. Le razze Angora Turco, come l'Abissino hanno anche gli occhi leggermente ovali e obliqui, la testa moderatamente a cuneo, gli arti sottili, i piedi ovali e la coda affusolata.

I gatti di origini Orientali

Sono decisamente più snelli rispetto agli altri. Le orecchie sono lunghe, il muso a cuneo e gli arti sottili, il corpo snello e la coda fine. Questi gatti hanno sviluppato la massima superficie corporea per le loro dimensioni con lo scopo di rilasciare calore. In genere i gatti orientali hanno occhi semi ovali e obliqui, come il Siamese.

 

Mutazioni

Poche razze sono classificate per un singolo tratto anatomico perché spesso corrisponde ad una mutazione naturale. Ad esempio la mancanza di coda nella razza Manx è associata a malattie letali. Altri gatto hanno più dita, una caratteristica insolita. La razza Munchkin è un esempio unico di mutazione. È una razza volutamente nana, dove le ossa dello scheletro sono normali mentre quelle degli arti sono state ridotte. Il gatto domestico ha raggiunto una perfezione in migliaia di anni di mutazioni senza l’intervento dell’essere umano.

 

Manipolazioni

Le manipolazioni umane sulla struttura corporea del gatto di razza sono svariate. Al contrario dei cani però la gamma di taglie del gatto sembra essere determinata geneticamente e quindi limitata. Sono stati tentati degli esperimenti in merito ma i gatti più grandi o più piccoli sono poi tornati alla dimensione naturale nella generazione successiva.

 

Libri consigliati

  • Il gatto. Razze, comportamento, salute

    Scegliere il gatto giusto, adatto all'ambiente in cui viviamo e alla nostra famiglia può essere difficile.
  • La gatta che amava le acciughe

    Quando i gatti finiscono in prima pagina, di solito sono protagonisti delle avventure più incredibili.
  • Il libro dei gatti tuttofare

    T. S: Eliot dipinge gli esseri umani, in questi ritratti bizzarri di gatti e caratteri gatteschi.
  • La bibbia del gatto

    Dopo "Cat detective" e "Cut confidential", in questo nuovo manuale Vicky Halls fornisce informazioni utili a tutti coloro che decidono di intraprendere una sana, allegra e proficua conviven
 

Lascia un commento

Vorrei avere qualche informazione sul carattere e il linguaggio dei Devon Rex. Ho due sorelline di due anni con comportamenti abbastanza diversi e dove una è predominante sull'altra. Grazie