Marzo 2015 - L’Alzheimer infantile è una malattia genetica che colpisce un giovane su 150.000 causando deperimento fisico e mentale. In Pennsylvania sono stati condotti diversi studi dall’Università analizzando lo sviluppo della malattia sui gatti. Si è scoperto come i gatti colpiti dall'Alzheimer infantile (NPC) e trattati con un composto chiamato ciclodestrina siano di molto migliorati. Il professore associato di neurologia veterinaria presso l’Università della Pennsylvania e capo della ricerca Charles Vite ha mostrato con il suo sudio che i gatti affetti da Alzheimer che hanno ricevuto la ciclodestrina direttamente nel liquido che circonda il cervello hanno ripreso le funzioni normali, prolungando la loro aspettativa di vita; in genere un bambino affetto da questa malattia genetica muore intorno ai vent’anni.

 

Libri consigliati

  • Il libro dei gatti tuttofare

    T. S: Eliot dipinge gli esseri umani, in questi ritratti bizzarri di gatti e caratteri gatteschi.
  • Il gatto parla

    Che il gatto sia intelligente, affettuoso, leale ogni amante di questo animale lo sa. Ma forse qualcuno non sa che è possibile instaurare con lui un legame ancora più stretto.
  • Gatti

    Dopo un'introduzione storica, dall'evoluzione del gatto alla sua rappresentazione nella cultura e nell'immaginario collettivo umano, la guida si divide in singole schede, ciascuna dedicata
  • La filosofia del gatto

    Si legge di gatti se li si ama.
 

Lascia un commento