Le risposte alle domande più frequenti sull'alimentazione dei gatti

Perché il mio gatto ha smesso di mangiare la sua pappa preferita?

I gatti sono fatti così, volubili e determinati. Spesso non ci sono reali motivi, ma soltanto convinzioni improvvise, difficile far loro poi cambiare idea.
In alcuni casi il gatto rifiuta improvvisamente un cibo perché gli riporta alla mente un ricordo spiacevole, qualcosa che lo ha disturbato durante l’ultimo pasto.
Vedi anche: Il gatto non mangia e non beve

Devo mettere a dieta il mio gatto?

Anche i gatti possono essere a dieta, l’importante è che per far dimagrire il gatto non vengano eliminati mai i pasti.
Infatti nei gatti si deve evitare assolutamente il digiuno perché potrebbe essere causa di una degenerazione grassa del fegato.
Quindi un gatto obeso deve dimagrire ma è importante che sia sotto controllo medico e comunque che la dieta sia associata ad attività fisica.

Il mio gatto è troppo grasso?

Per capire se il gatto è troppo grasso si può consultare una tabella che permette di avere un’idea generale del rapporto peso/età del gatto.
Occorre tener presente anche altre variabili come la razza, il tipo di vita, se è sterilizzato, lo stato di salute.
Si può capire se il gatto è troppo grasso osservandolo da dietro. La sagoma deve essere longilinea senza sporgenze di grasso, mentre dall’alto devono vedersi le scapole.
Approfondimenti: Il peso del gatto e Obesità.

Il mio gatto è troppo magro, cosa fare?

Innanzitutto è sempre meglio avere un gatto magro rispetto ad un gatto obeso. Se il gatto è in salute e fa movimento quotidiano, magari perché vive anche all’aperto, non ci si deve troppo preoccupare. Il gatto sa regolarsi con il cibo quindi può sembrare magro ma è la sua costituzione.
Approfondimenti: Il peso del gatto.

Cosa fare se il gatto è troppo grasso?

Considerando che un gatto su tre soffre di obesità, è importante fargli seguire un regime di dieta alimentare, se deve perdere solo pochi etti.
Si possono ridurre le quantità di cibo, magari usando anche prodotti light, importante è anche assicurare al gatto del movimento fisico.
Se c’è un importante sovrappeso meglio rivolgersi al veterinario per una dieta specifica.
Un’alimentazione più ricca di fibre aiuta certamente a far sentire il gatto più sazio riducendo le calorie.
È luogo comune pensare ad un gatto sano come uno grasso, non è così.
L’obesità tra i gatti è una vera e propria malattia.

I gatti soffrono di anoressia?

Esiste anche l’anoressia felina, si tratta di gatti che mostrano uno scarso appetito. Quasi sempre sono gatti annoiati che per lo più che vivono in casa.
Occorre quindi trovare più stimoli oltre che aumentare l’apporto calorico del cibo. Un gatto anoressico potrebbe essere malato in questo caso è importante prestare attenzione ai sintomi di cattiva salute magari consultando anche il veterinario.
Vedi anche: Dieta per il gatto malato e Non mangia e non beve.

Si può dare il latte al gatto?

È ormai un luogo comune pensare che ai gatti si debba dare il latte. Non è così.
Latte e derivati da latticini fanno molto male ai gatti perché possono provocare dissenteria o problemi digestivi ad eccezione dei micini in fase di svezzamento.
In natura un gatto adulto non beve latte quindi perché darglielo?
Approfondimento: Latte e uova.

Perché le pappe dei gatti hanno le verdure?

I gatti in natura vanno alla ricerca di erbe aromatiche, piante che possono dare un beneficio al loro stato di salute.
I gatti sono carnivori e mangiando anche delle parti interne delle prede cacciate, compreso lo stomaco, si nutrono di residui di vegetali.
In genere i gatti che vivono in semi libertà non hanno bisogno di mangiare un cibo che contenga verdure.

Quali sono i cibi velenosi o tossici per i gatti?

Ci sono dei cibi che sono veramente tossici per i gatti, ad esempio non si deve mai dare il cioccolato ai gatti perché è tossico. Altri cibi come le uova crude, il caffè o il the, cipolle e aglio, carne cruda, cibi grassi o piccanti fanno male ai gatti, quindi non bisogna darglieli.
Approfondimento: Cibi tossici per il gatto.

Il gatto può mangiare il cibo dei cani?

No, non si può dare ai gatti il cibo per i cani perché hanno una composizione totalmente diversa rispetto al cibo per i gatti.
I cani e i gatti sono animali con esigenze fisiche e conformazione completamente diversa. Mai dare quindi scatolette o croccantini per cani.
Piuttosto se non si ha in casa nient’altro in caso di emergenza è meglio dare al gatto una scatoletta di tonno al naturale, senza mai esagerare.
Approfondimento: Ricette fai da te.

Meglio il cibo secco o umido?

Non c'è una risposta unica per sapere se è meglio il cibo secco o umido per i gatti.
Dipende. Innanzitutto meglio sempre dare al gatto un cibo di qualità alta iniziando quindi a leggere le etichette per capire la composizione della pappa.
Il cibo secco, i croccantini, aiutano nell’igiene dentale dei gatti ma possono essere più ricchi di grassi, quindi attenzione nel non esagerare con la quantità.
Il cibo umido in genere è più gradito ai gatti perché più appetibile e “meno faticoso” da mangiare.
Approfondimenti: Leggere le etichette per cibo per gatti e Cibo secco o umido.

Si possono dare i dolci ai gatti?

No, è meglio evitare di dare cibi dolci ai gatti anche se sono golosi di cibi dolci!
Per la conformazione delle loro papille gustative non dovrebbero percepire il gusto dolce eppure sembra proprio che i gatti percepiscano e amino il gusto del dolce. 
In natura non esistono cibi dolci quindi non sono assolutamente richiesti per il loro fabbisogno.
Inoltre il fegato dei gatti non è in grado di metabolizzare gli zuccheri. Meglio evitare.
Approfondimenti: Dolci e carboidrati.

Posso preparare la pappa in casa al mio gatto?

Si, è possibile cucinare in casa il cibo per i gatti anche se occorre rispettare con precisione le dosi e gli ingredienti indicati dalle ricette.
Non è sufficiente, anzi può essere anche pericoloso, dare semplicemente carne bollita o pesce senza aggiungere altro.
Il gatto potrebbe avere delle carenze di sali minerali, vitamine e di altri nutrienti. Meglio affidarsi ad un nutrizionista veterinario.
Approfondimento: Ricette fai da te.

Come faccio a cambiare marca di cibo al gatto?

I gatti sono abitudinari anche nel mangiare per questo possono alimentarsi tutta la vita dello stesso cibo senza lamentarsi.
Possono esserci dei casi in cui sia necessario cambiare il tipo di pappa quindi il consiglio è di mischiare poco per volta il cibo nuovo al vecchio in modo graduale fino a passare poi totalmente al nuovo.

Perché il mio gatto mangia e vomita il cibo senza che sia masticato?

Il gatto è goloso e può capitare che mangi con ingordigia e velocemente la pappa vomitando subito dopo tutto.
Può succedere soprattutto con il cibo più appetibile. Il gatto è ingordo nel mangiare e non mastica ingurgitando i pezzi interi.
In alcuni casi può essere utile ridurre i pasti in tanti spuntini così che non arrivi all’ora della pappa affamato.
Si consiglia inoltre di scegliere croccantini di forma più grande per obbligarlo a masticare.
Approfondimenti: Vomito.

Posso dare al gatto gli avanzi del nostro cibo?

Assolutamente no. La nostra alimentazione è totalmente diversa da quella dei gatti, spesso arricchita da sale, grassi e sapori forti che possono fare davvero male al gatto.
Evitare del tutto di dargli ossa o pesce con le spine, potrebbe essere molto pericoloso.

Quale ciotola è meglio usare?

I gatti prediligono ciotole non di plastica perché possono rimanere residui di odori poco graditi al loro olfatto.
L’importante è comunque che le ciotole per la pappa siano sempre pulite. Alcuni gatti preferiscono mangiare stando in alto perché si sentono più sicuri, un po’ come i loro cugini leopardi che usano portare la vittima catturata sugli alberi per mangiarla.

Il mio gatto beve poco, devo preoccuparmi?

Nell’alimentazione del gatto è già presente una buona parte di umido, soprattutto nelle scatolette, quindi non ci si deve preoccupare se lo si vede poco bere dalla ciotola dell’acqua.
Un gatto sano sa regolarsi per cui se ha sete beve se no evita.
A volte i gatti preferiscono bere acqua corrente da rubinetti e lavandini.
Approfondimento: Acqua, Fontane d’acqua

E se il gatto beve troppo?

Occorre preoccuparsi se si vede il gatto bere troppo di frequente, potrebbe esserci qualche malattia in corso.
Approfondimento: Malattie renali urinarie.

Devo lascargli mangiare topi, uccellini e lucertole?

Il gatto è cacciatore quindi segue il suo istinto naturale e ama portare a casa le sue prede. Spesso solo per giocarci o come premio per noi, in altri casi mangiano con piacere il loro pasto. Le lucertole sono in genere tossiche, hanno un cattivo sapore e quindi il gatto non dovrebbe mangiarle, in caso contrario meglio evitare.
In genere le prede più ambite come topi o uccellini sono bocconi ghiotti di cui lasciano solo il becco o le interiora.
Alcuni gatti mangiano tutto anche peli, penne...Unico pericolo: le prede potrebbero essere infette e quindi portare qualche malattia al gatto.
Approfondimenti: La caccia.

E se mangia le mosche o altri insetti?

In genere il gatto ama catturare e poi mangiare tutto quello che vola, ad eccezione delle farfalle che sono amare.
A meno che mangi una quantità smisurata di mosche in una volta sola, lasciamolo fare.
Attenzione soltanto alle punture di insetti che possono procuragli dolore oltre che ascessi se infettate.
Approfondimenti: Se il gatto viene punto da un insetto e Ascesso.

Posso dargli un’alimentazione solo vegetariana?

No. Il gatto è un animale carnivoro quindi non può vivere solo di vegetali. La verdura può essere integrata nella pappa ma non alimento unico.
Approfondimento: Verdura e frutta.

Cos’è la dieta BARF per gatti?

La Dieta BARF è un nuovo approccio alimentare per animali basato su alimenti crudi e adatti al corpo e alla natura del gatto.
La Dieta Barf deve essere equilibrata e precisa, richiede impegno e conoscenza degli schemi alimentari e degli integratori di cui il gatto necessita.

 

Libri consigliati

  • Lo zen del gatto

    Dove troviamo la nostra dose quotidiana di meditazione, rilassamento, natura e saggezza? Nei gatti!
  • Il cucciolo di gatto

    Il vostro adorato gattino vi distrugge la casa, si fa le unghie sul divano e fracassa i ninnoli?
  • Cat confidential

    "I gattofili adorano parlare dei loro gatti. Hanno la casa piena di foto, libri, calendari, tovagliette da tè e bigiotteria ispirati ai loro amati felini.
  • Tutto sulla psicologia del gatto

    Utile testo e guida per capire l'affascinante psiche del gatto, i suoi comportamenti, le sue esigenze, i suoi bisogni.
 

Lascia un commento

Buongiorno. Da circa due mesi mi occupo di una micia randagia che girava nei mio cortile. Le do da mangiare mattina e sera,prima fuori casa ora con l'arrivo del caldo dentro,entra tranquilla,fa un sacco di feste,mangia,gioca un po' con il tappeto e poi se ne va. Durante questo suo giocare ho visto sul pavimento qualche goccia di feci liquida e mi sono preoccupata. Il veterinario le ha trovato qualche parassita per cui ha dato delle pastiglie e mi ha consigliato di modificare l'alimentazione. Io davo tre bustine di umido del supermercato ora due palline di carne cruda e una bustina di umido di qualità ma il problema si è ripetuto. Vorrei sospendere l'umido ma con cosa integrare la sola carne? E poi devo ancora fare un ciclo di pastiglie antiparassitarie. Vorrei gentilmente un vostro consiglio. Mille grazie.

Ciao Marilla,
il consiglio è di eliminare l'umido e di dare soltanto carne COTTA, mai cruda, anche solo sbollentata, ma cotta. Il rischio con la carne cruda è che possa contrarre la salmonella o avere altri problemi, che non fanno che peggiorare il suo stato di salute.
Puoi semplicemente dare al gatto anche solo cibo secco, croccantini di qualità che sono un alimento COMPLETO dal punto di vista nutrizionale. Non è necessario che tu le dia la carne, questi alimenti hanno tutto ciò di cui il gatto ha bisogno. Inoltre con il caldo l'umido e maggior ragione la carne cruda, possono anche essere sospesi.
Facci sapere, Ciao