Detrazione delle spese veterinarie

Febbraio 2016 - Con l’avvicinarsi della prossima dichiarazione del redditi anche quest’anno nel Modello 730 o Modello unico sarà possibile richiedere la detrazione delle spese mediche veterinarie sostenute l’anno precedente per i propri animali domestici, gatto compreso.

È importante per il contribuente sapere che per richiedere la detrazione occorre detenere in modo legittimo il gatto, ovvero averlo registrato regolarmente.
Se il gatto è in possesso di passaporto europeo o ha un microchip è già stato censito.

Nel caso in cui non ci sia alcuna registrazione del gatto il rischio è quello di incorrere in sanzioni per aver richiesto un rimborso per un animale non dichiarato che potrebbe non essere di nostra proprietà.

Si possono detrarre dalla dichiarazione dei redditi le spese sostenute per le visite veterinarie e i farmaci del gatto dietro presentazione di regolari scontrini fiscali parlanti e fatture. I documenti allegati alla dichiarazione dei redditi vanno conservati per due anni.

Rientrano nelle spese detraibili

  • le visite veterinarie,
  • le prestazioni professionali del medico,
  • le spese per i farmaci veterinari,
  • le spese per gli esami di laboratorio e gli interventi.

Non rientrano nelle spese detraibili

Non sono detraibili le spese per il mangiare e gli antiparassitari.

Quanto si detrae

Anche per la detrazione delle spese mediche veterinarie esiste un massimale di detrazione che corrisponde a euro 387,34 ai quali si applica una franchigia di 129,11 euro.
Le spese in sostanza si possono detrarre per una percentuale del 19%.

Come compilare

Occorre inserire manualmente in fase di compilazione on line della dichiarazione dei redditi le spese veterinarie da riportare nei Righi compresi da RP8 a RP14.

Per sicurezza è meglio verificare sempre di anno in anno la correttezza della compilazione.

 

Libri consigliati

  • Kant il gatto

    La filosofia è una cosa troppo seria per essere presa davvero sul serio. L'autore di questo libro è un pigro, colto, saggio, grasso gatto, servito, riverito e adorato dalla sua Zitella.
  • Lo zen del gatto

    Dove troviamo la nostra dose quotidiana di meditazione, rilassamento, natura e saggezza? Nei gatti!
  • Gattoterapia. Gli esercizi

    La presenza di un gatto in famiglia non è importante solo per il benefico influsso di un pezzetto di natura selvaggia (o quasi) in casa, per contrastare lo stress o far crescere i bambini in modo p
  • Il gatto parla

    Che il gatto sia intelligente, affettuoso, leale ogni amante di questo animale lo sa. Ma forse qualcuno non sa che è possibile instaurare con lui un legame ancora più stretto.
 

Lascia un commento