Ma qual è il motivo di tale superiorità intellettuale?

Nel 2010 l’Università di Bristol ha realizzato uno studio sull’intelligenza e grado di cultura fra i possessori di gatti rispetto a quelli di cani.

Dalla ricerca sembra emergere che chi vive con un gatto ha più possibilità di laurearsi.
Uno studio successivo condotto nel Wisconsin sostiene invece che i possessori di un felino sono più sensibili, intelligenti e anticonformisti di quelli che vivono con un cane.

È facilmente intuibile che il gatto è meno impegnativo in termini di tempo rispetto al cane, quindi consente di impegnarsi fino a tardi nello studio o nel lavoro, ecco perché risulta che chi ha un gatto è più intelligente!

 

Libri consigliati

  • Il carattere del gatto

    Il gatto: un dio per gli antichi egizi, una maledizione per i cristiani superstiziosi del Medioevo, un compagno di meditazione per filosofi come Cartesio e Voltaire, un simbolo di mistero per maghi
  • Dimmi che gatto hai e ti dirò che donna sei

    "Cercate di capire il gatto e capirete la donna" recita un detto orientale: le caratteristiche fisiche e caratteriali, i comportamenti, i pregi e i difetti dei mici sono lo specchio di quelli del m
  • La gatta che amava le acciughe

    Quando i gatti finiscono in prima pagina, di solito sono protagonisti delle avventure più incredibili.
  • Cento modi per il gatto...

    "Per far sì che il vostro umano capisca che voi siete il gatto alfa, capofamiglia nonché capobranco, iniziate fin da subito un programma di ridimensionamento del suo status sociale.
 

Lascia un commento

Ottimo, mi devo laureare a breve, allora mi prenderò un dozzina di gatti almeno vado sul sicuro

Dodici gatti credo ti daranno un bel da fare :-)