Ma qual è il motivo di tale superiorità intellettuale?

Nel 2010 l’Università di Bristol ha realizzato uno studio sull’intelligenza e grado di cultura fra i possessori di gatti rispetto a quelli di cani.

Dalla ricerca sembra emergere che chi vive con un gatto ha più possibilità di laurearsi.
Uno studio successivo condotto nel Wisconsin sostiene invece che i possessori di un felino sono più sensibili, intelligenti e anticonformisti di quelli che vivono con un cane.

È facilmente intuibile che il gatto è meno impegnativo in termini di tempo rispetto al cane, quindi consente di impegnarsi fino a tardi nello studio o nel lavoro, ecco perché risulta che chi ha un gatto è più intelligente!

 

Libri consigliati

  • Il carattere del gatto

    Il gatto: un dio per gli antichi egizi, una maledizione per i cristiani superstiziosi del Medioevo, un compagno di meditazione per filosofi come Cartesio e Voltaire, un simbolo di mistero per maghi
  • Il gatto. Razze, comportamento, salute

    Scegliere il gatto giusto, adatto all'ambiente in cui viviamo e alla nostra famiglia può essere difficile.
  • Cat confidential

    "I gattofili adorano parlare dei loro gatti. Hanno la casa piena di foto, libri, calendari, tovagliette da tè e bigiotteria ispirati ai loro amati felini.
  • Lo zen del gatto

    Dove troviamo la nostra dose quotidiana di meditazione, rilassamento, natura e saggezza? Nei gatti!
 

Lascia un commento

Ottimo, mi devo laureare a breve, allora mi prenderò un dozzina di gatti almeno vado sul sicuro

Dodici gatti credo ti daranno un bel da fare :-)