Prima di trascorrere una vacanze in hotel col proprio gatto a seguito è consigliato assicurarsi che la struttura accetti gli animali. In genere per il gatto non ci sono grandi limiti anche se è sempre meglio chiedere in fase di prenotazione.

 

Cosa sapere

Innazitutto occorre essere sicuri di voler partire portando con sé il proprio gatto. Sarebbe bene domandarsi se sono state considerate tutte le ipotesi e alternative possibili per evitare che il gatto debba affrontare un viaggio e una vacanza forzata, trascorrendo la maggior parte del suo tempo magari da solo chiuso in una camera d’albergo.
Nel caso non ci sia la possibilità di trovare una pensione per gatti o qualcuno a cui lasciare il micio durante la vacanza diventa necessario portare anche il gatto in hotel.
Meglio allora assicurarsi da subito che la struttura ammetta gli animali. In genere ci sono più restrizioni per i cani. Il gatto è ospitato senza troppi problemi, ma meglio assicurarsi prima.

La cosa più importante da non dimenticare mai durante il soggiorno è il momento delle pulizie quotidiane in camera. Sarebbe meglio avvisare il personale della presenza del gatto così che presti la massima attenzione a che non scappi.

Può capitare che venga richiesto il pagamento di un supplemento per l’animale anche se non occupa effettivamente un posto letto. Non ci si deve stupire o lamentare perché si tratta di un servizio aggiuntivo.

Ci sono parecchi circuiti che permettono la prenotazione di strutture alberghiere riservate agli animali che offrono ogni genere di comfort ed assistenza. Ma nel caso del gatto non ci sono parecchie pretese, solo qualche accortezza.

In hotel prestare la massima attenzione a:

  • il momento delle pulizie della camera
  • eventuali balconi, finestre e terrazzi, possono essere pericolosi per il gatto che può tentare anche la fuga
  • mantenere la lettiera sempre ben pulita per non creare disagio al personale di pulizia
 

Cosa non dimenticare

  • portare le ciotole con acqua e cibo a sufficienza
  • indispensabile la lettiera e cassetta igienica
  • aver portato i farmaci di pronto soccorso per il gatto
  • giochini e oggetti di casa per riservare ogni giorno dei momenti dedicati al gioco e al gatto
  • tutto il necessario per la toelettatura, spazzole e pettini
  • essere in regola con le vaccinazioni
  • assicurarsi che il gatto sia in buona salute
  • assicurarsi che nelle vicinanze dell’albergo ci sia un veterinario, magari chiedendo consigli alla reception

 

Libri consigliati

 

Lascia un commento