In casi rari i graffi dei gatti portano la Bertonellosi

I graffi dei gatti possono essere spesso causa di infezioni se non disinfettati subito, soprattutto se ad essere graffiati sono i bambini.
Il graffio del gatto, secondo alcuni esperti americani, potrebbe far contrarre la bartonellosi, una malattia di cui almeno il trentacinque per cento dei gatti sarebbe portatore.
Negli Stati Uniti il Centro di controllo e prevenzione delle malattie ha diagnosticato la bartonellosi in circa dodicimila soggetti, soprattutto bambini dai cinque ai nove anni.
I casi di contagio non sono alti, ma la bartonellosi ha effetti piuttosto gravi.
I sintomi più comuni di questa malattia sono mal di testa, febbre, gonfiore ai linfonodi. In alcuni casi il batterio potrebbe anche colpire il cuore e il cervello causando endocardite ed encefalite.
Fortunatamente si tratta di una malattia piuttosto rara, ma vale la pena prevenirla con un po’ più di attenzione, senza sottovalutare mai la ferita del graffio del gatto.

 

Libri consigliati

  • Dizionario bilingue italiano-gatto, gatto-italiano

    Oltre 9 milioni di gatti vivono nelle nostre case. Eppure spesso abbiamo difficoltà a stabilire una relazione con il nostro amico peloso, a capirlo e a farci capire.
  • Il carattere del gatto

    Il gatto: un dio per gli antichi egizi, una maledizione per i cristiani superstiziosi del Medioevo, un compagno di meditazione per filosofi come Cartesio e Voltaire, un simbolo di mistero per maghi
  • La gatta che amava le acciughe

    Quando i gatti finiscono in prima pagina, di solito sono protagonisti delle avventure più incredibili.
  • Il gatto

    Macchie di pipì sul tappeto. Graffi sui mobili. Topi morti sulla porta di casa. Peli sui vostri vestiti preferiti...
 

Lascia un commento