Se il gatto non mangia e non beve è importante capire la causa

Un gatto che non mangia e non beve sta sicuramente male. Occorre prestare la massima attenzione per identificarne le cause, non a caso quando si porta un gatto dal veterinario la prima domanda che pone è se l’animale mangia e beve. Vedi Malattie dei gatti.

 

Cosa fare se il gatto non mangia e non beve

Anche se i gatti bevono poco è importantissimo che continuino a farlo e che assimilino acqua dal cibo. Per questo motivo se oltre a non bere sembra non tocchino neanche il cibo bisogna preoccuparsi. Il rischio è la disidratazione.
Prima di portare il gatto dal veterinario è consigliabile cercare di indurlo a bere ad esempio avvicinandogli la ciotola con dell’acqua fresca. Possono essere utili le fontane d'acqua continua così da assicurargli sempre la freschezza dell’acqua. Spesso il gatto malato non ha neanche la forza di di alzarsi dalla cuccia per andare a mangiare o a bere, allora è il proprietario che deve aiutarlo. In alternativa all’acqua si può fornire del brodo tiepido di carne, attenzione a non salarlo! Qualora comunque non voglia bere si può iniettare il liquido, direttamente in bocca con l’aiuto di una siringa. I gatti non amano questi interventi drastici, quindi potrebbe essere difficoltoso. Si deve cercare di portare la siringa, ovviamente senza ago, a lato della bocca facendo fluire il liquido e assicurandosi che il gatto deglutisca. Si deve procedere così più volte in attesa dell’intervento del veterinario. Nel caso in cui l’animale non deglutisca o vomiti allora sarà necessario intervenire idratandolo con una flebo.

 

Perché il gatto non mangia e non beve

Inappetenza e mancanza totale di sete possono essere i sintomi di svariate malattie. Per questa ragione se ancora non c’è una patologia diagnosticata bisogna avvisare subito il veterinario. Qualora il gatto non beva ma continua a mangiare, a giocare, a muoversi, probabilmente non ha sete, non occorre allora allarmarsi. Vedi L'acqua per il gatto.

Come capire se il gatto è disidratato

La disidratazione è la perdita di liquidi dai tessuti e può portare il gatto alla morte se non si interviene in tempo. Vomito e diarrea continui portano alla disidratazione. Per rendersi conto del grado di disidratazione nel gatto si può sollevare la collottola, se la pelle è elastica e torna subito al posto non ci sono problemi, se invece si fa fatica a sollevare la pelle perché si presenta quasi granulosa e pesante può esserci disidratazione in corso.

Sintomi di disidratazione

  • Gengive secche
  • Occhi infossati,
  • Dorme di più e sembra sempre stanco

Se si presentano queste situazioni occorre intervenire e portarlo dal vetrinario.
A volte il gatto si avvicina alla ciotola dell’acqua ma non beve, immerge le zampette oppure il muso ma non riesce a bere niente significa che potrebbero esserci problemi renali da non sottovalutare.

 

Libri consigliati

  • Cat detective

    "Non pretendo di aver capito tutto dei gatti, anzi, la mia conoscenza rende evidente quanto poco in realtà noi tutti sappiamo.
  • I poteri magici del gatto...

    Da sempre la figura del gatto è legata all'occulto, alla magia, all'esoterismo, al mondo del sacro e all'aldilà.
  • 101 ricette da preparare al tuo gatto

    È arrivata l'ora di gettare definitivamente nel cestino le noiosissime scatolette e i fastidiosi croccantini.
  • La magia del gatto

    Tra tutti gli animali domestici il gatto è certamente quello più affascinante, ma anche quello nei cui confronti esistono più pregiudizi.
 

Lascia un commento

Il mio gatto sembra sempre stanco dorme sempre e non mangia e beve il veterinario non mi ha detto niente e io sono preoccupato cosa posso fare?

Ciao, con il grande caldo può diminuire sicuramente l'appetito del micio, mentre non dovrebbe smettere di bere. Con quanto hai scritto è difficile sapere se preoccuparsi o meno, dipende da quanto tempo ha questi sintomi, dal suo stato di salute generale, se ha ingerito qualcosa di diverso o qualche animale, se esce o vive in casa...ecc....
Spero che si sia ripreso e adesso stia benone! Se cmq sei preoccupato consulta al massimo un altro veterinario.
Ciao

La mia gatta e' stata sterilizzata tre giorni fa. E' vispa ma ancora non mangia e non beve. Prima dell'intervento era di ottimo appetito. Non ha segni di febbre e la ferita e' in ordine. Devo pazientare? o devo preoccuparmi ?

Ciao Serena. Nel dubbio dovresti chiedere il parere del tuo veterinario.

Ciao a tutti mi chiamo Mara ho un problema con il mio tigro ha 2 anni, ho preso un'altro gatto di due mesi sono passati 10 giorni da quando è entrato il piccolo in casa e tigro mangia poco e sta spesso in camera sul letto. Con il piccolo gioca ma ha molta paura mi preoccupa il fatto che mangia poco e beve poco non so cosa fare qualcuno può aiutarmi?

Ciao Mara. I gatti sono così...non ci sono regole precisissime e univoche sul comportamento. Io aspetterei e rispetterei i suoi tempi, magari cerca di fare in modo il nuovo arrivato abbia spazi suoi e non da condividere con Tigro... :-) Anche tra noi umani...l'arrivo di un fratellino è sempre un po' traumatico... :-) Facci sapere!!!

Buonasera, ho un gattino di 5 mesi e mezzo, una settimana fa ha iniziato a manifestare inappetenza, gli ho dato per 3 giorni le gocce contro i vermi e ha ripreso a mangiare e giocare normalmente. Da 3 giorni però non mangia di nuovo più, beve solo latte. Inoltre non è più vitale come prima, passa quasi tutto il giorno a dormire. Pareri?

Buongiorno Michela,
ma come mai gli ha dato le gocce per i vermi?
Inoltre, il latte non è detto che faccia bene al gatto, anzi, spesso ci sono intolleranze. Il mio consiglio, se il gattino fosse mio, lo porterei subito dal veterinario. Non sottovaluti il malessere. E' ancora piccolo e non può un micetto sano cucciolo dormire tutto il giorno.

Mi faccia sapere come va... auguroni!
Nicoletta

Buongiorno, ho un norvegese di 11 anni, sempre stato in ottima salute reattivo e mangione. Tre giorni fa ha iniziato di colpo a non mangiare. Ieri la veterinaria gli ha diagnosticato tracheolaringite con febbre alta e mi ha dato antibiotico x via orale. Prima dose con siringa andata bene, dopo avergli dato omogenizzato di pollo. Ieri sera, non ha mangiato nulla...gli ho proposto di tutto (umido) non secco x gola irritata. Dopo ho somministrato antibiotico ma ha vomitato. Stamane non mangiava, allora mentre aspetto di andare ancora da veterinaria, ogni 1/2 ora gli somministro con siringa omogenizzato...x ora non vomita, ma è straziante vederlo in questo stato...la domanda è banale...sarà grave???...

Cara Barbara,
solo il tuo veterinario può stabilire con certezza come sta il tuo gattone. Da quello che scrivi sicuramente non sta molto bene, ma non temere, tu stai facendo quello che è giusto fare. Purtroppo quando i nostri animali soffrono stiamo ancora peggio perché non si sanno esprimere, non possono dirci come stanno, ma dobbiamo aspettare una qualche loro reazione per capire. Aspetta e ascolta il tuo veterinario! Facci sapere, in bocca al lupo!!!! Nicoletta

buon giorno, ho una gattina di quasi 6 mesi, appena presa mangiava molto le scatolette , ora da qualche tempo non le mangia volentieri anzi le avanza , ho provato svariate marche.. riesco a farle mangiare solo un po' di carne trittata cotta .. del resto sta bene gioca molto e beve. puo' essere che sta andando in calore e quaindi mangia meno?ha qualche parere? grazie mille

Buongiorno Denise! Non penso che la tua gattina risenta del calore in arrivo. Può essere un momento di passaggio, oppure si era semplicemente stancata della scatoletta e vuole provare altro. Benissimo la carne trita basta che sia sempre ben cotta e occhio a non aggiungerci sale o altro. Cmq è meglio variare un po'. Alterna con croccantini, pesce lessato e ben spinato, e altre marche di umido. Per il resto posso solo anticiparti che presto su www.tuttosuigatti.it ci sarà proprio una nuova sezione dedicata alle ricette per gatti! Quindi vienici sempre a trovare e intanto mandaci anche la foto della gattina nella sezione "foto" così la conosciamo! Facci sapere, Nicoletta

Vedo nellr risposte ai vari post che spesso i richiedenti vengono rinviati al veterinario.
Stiamo facendo la triste esperienza del gatto anziano con insufficienza renale. Ha smesso di colpo di bere e mangiare 10 gg fa, lo abbiamo portato dopo due giorni dal veterinario, esami sangue subito, Creatinina 3,75 e urea 193: diagnosi istantanea di insufficienza renale, ricovero e flebo in vena. La sera andiamo a trovarlo, la flebo si era sfilata, sanginava e nessuno se ne era accorto. per mettergli un nuovo accesso lo hanno sedato (gatto di 17 anni!!) senza chiederci consenso. Siamo andati a riprenderlo dopo un'ora, temendo che la flebo si staccasse di nuovo e nessuno facesse nulla. Lo stiamo trattando a casa con ipodermo e siringhe di cibo liquido (è una tortura, poveretto). Il gatto non vomita e beve ma non mangia: viene attratto dall'odore del cibo dà una leccata e poi si ritira. I veterinari interpellati (più d'uno) sanno solo dirci: o riprende a mangiare da solo o non c'è nulla da fare. Lo stesso tipo di risposte avremmo potuto trovarlo anche su internet senza scomodarli e quello che stiamo facendo lo abbiamo appreso dalla rete. Non amiamo il fai da te, ma ci siamo stati costretti e probabilmente a breve, con grande dolore, lo sopprimeremo perchè nessun veterinario ha saputo esprimere una prognosi e non vogliamo torturarlo anche se lui, apparentemente, non sta (ancora) male.

Caro Mario, certo che indirizziamo spesso ai veterinari, capisci che sarebbe impossibile e sbagliato proferire diagnosi o cure via web.
Come accade per noi esseri umani ci sono medici e medici. I veterinari che avete interpellato sono stati onesti con voi, non via hanno illuso e neanche deciso per voi, comportamento serio e professionale.
Inoltre il veterinario non può obbligare all'eutanasia. Se ti avesse detto di sopprimerlo vi sareste probabilmente arrabbiati. O sbaglio? Siete solo voi che vivendo e conoscendo il vostro micio dovete sapere se sia giusto continuare così o procedere con la soppressione per evitare inutili sofferenze. E' un bel gattone anziano il vostro, siete fortunati ad averlo avuto con voi per ben 17 anni.

Auguri di cuore

buongiorno.
ho una gatta di 7 anni che circa un mese fa ha iniziato a non mangiare. portata dal veterinario il 18, è stata operata d'urgenza per un problema allo stomaco. era debolissima e non si risvegliava dall'anestesia, dopo un giorno si è svegliata e ha ricominciato a mangiare poco poco. ora è dalla vigilia che non mangia di nuovo. ho provato a darle mille cibi diversi, ma nulla.
il problema è che è una gatta che non sopporta farsi toccare nemmeno da me, e per visitarla va addormentata sempre. il veterinario ha detto che non può reggere un'altra volta se la riaddormentiamo, ma così non si riesce a capire cosa non vada.
non voglio vederla morire di fame, ma rifiuta tutto, gocce, brodi, croccantini, tutto. la prego, le viene in mente qualche cosa che potrei provare a darle? grazie.

Carissima Teresa, sento lo sgomento nelle sue parole e vorrei riuscire ad esserle d'aiuto in qualche modo.
Provi a lasciare al micio sempre la pappa e l'acqua a disposizione, provi con i cibi migliori, quelli preferiti. Se il gatto si sente bene, sa regolarsi e riprende a mangiare senza che sia costretto.
Il problema più evidente è però capire come mai l'intervento non sia stato risolutivo. Il veterinario cos'ha detto? Che problema aveva? Capisce che è difficile poterle suggerire qualcosa senza aver chiara la situazione. Se io fossi al suo posto sentirei subito il veterinario, deve dirle in modo chiaro quale operazione ha fatto, i rischi, il post operazione, le conseguenze... Nel frattempo stia sempre vicino alla micia. Tanti auguri Teresa, speriamo si sistemi tutto.
Nicoletta

Salve, la mia gattina sterilizzata di 3anni e mezzo non mangia e beve da 4 giorni. Portata dal veterinario mi è stato detto che ha l'anemia alimentare ma non riusciamo a darle nulla. Si avvicina al cibo e all acqua ma non prende niente. Oggi le faremo una flebo di superton conaigliata dal veterinario. Sa dirmi altro? Cosa fare? È davvero triste vederla dormire tutto il giorno nascosta :(

Ho una gatta di circa 12anni sterliizzata, qualche settimana fa il veterinario l'ha sottoposta a un intervento chirurgico per un tumore della pelle sul lato superiore dell'occhio sinistro, gli è stato messo l'imbuto per circa 10giorni ed è stata tenuta in gabbia per 7 giorni, al ritorno a casa, sempre con l'imbuto, sembrava quella di sempre, tranne che per l'ovvio fastidio, mangiava anche se un po' meno, e comunque si avvicinava, da quando il veterinario gli ha tolto l'imbuto, dopo circa tre giorni, ha smesso di mangiare e bere e non si fa più avvicinare, non risponde se la chiami, insomma sta tutto il tempo nella cuccia e non so neanche se fa i bisogni visto che sta di fuori sul balcone, ma può accedere anche al terreno, come ha sempre vissuto, da quando è con noi. Che cosa le è successo? Vi ringrazio per la risposta un saluto Anna

La mia micia di 8 anni è ipertiroidea, ha fatto tre eventi di lipidosi epatica in un anno trattate con epatoprotettori e flebo sottocute con ranitidina B12 silimarina e glutatione. ha subito nell'ultimo anno anche una trasfusione con cortisone perhcè scoagulata. L'ultima ecografia ha mostrato una grave infiltrazione epatica, linfonodi lieociecocolici e una massa nella parete dell'intestino che depone per un quadro di linfoma intestinale, molto comune nel gatto. Purtroppo ora ha avuto una crisi serie non mangia piu, e oggi ha anche vomitato sangue. Nell'addome si sentono cordoni duri e i reni sono evidentemente gonfi e dilatati... insufficienza renale secondaria credo. Che sia l'ora di salutarla? Grazie

Il mio è un persiano di 16, ormai non sente più e vede molto poco, si muove poco e non reagisce quando lo si vuol far giocare già da diversi mesi, in una parola: è vecchio!

Da qualche giorno sta avendo gli stessi problemi, non mangia e non beve. Adesso "vive" dentro la lettiera, non mangia ma beve ancora ogni tanto.

Leggo che tanti lo portano dal veterinario e gli fanno subire settimane o mesi di estenuanti cure con medicinali o flebo (che per me è accanimento terapeutico) oppure lo fanno sopprimere con la "scusa" che non lo si vuol far soffrire.

Io la penso molto diversamente.
Siamo sicuri che vogliamo uccidere il nostro gatto per non farlo soffrie?
O forse è perché siamo noi che non vogliamo soffrire a vederlo spegnersi tra le nostre braccia e quindi preferiamo vigliaccamente ucciderlo?

Solo perché sono animali di compagnia, non vuol dire che non siano "soggetti" al ciclo della vita naturale e noi non siamo i loro padroni che decidono della loro vita e della loro morte, noi siamo i loro tutori!
Diamo loro da mangiare e da bere e se stanno male li curiamo, ma quando arrivano all'età di morire, si comportano come tanti umani: capiscono che c'è qualcosa che non va e non se la sentono di mangiare.
A mia nonna successe la stessa cosa, smise di mangiare a pochi giorni dalla morte, cosa avrei dovuto fare? Costringerla a "curarsi" o commettere un omicidio? Nessuna delle due cose, aveva 90 anni, era anziana ed è morta! Ovviamente mi spiace, ma non possiamo menarla e lei stessa sapeva che era alla fine.

Ma tornando al mondo animale, tutti gli animali in natura, quando sono anziani, si separano dal branco (tipo gli elefanti) o se sono animali solitari, cercano un posto appartato e attendono la morte.
Il mio gatto sta facendo la stessa cosa, io lo considero ben di più di un animale di compagnia lo considero quasi un figlio e l'idea che quando vedo "non ce la fa più" lo faccio fuori e ne compro un'altro, non è assolutamente nel mio credo e penso che quando mancherà non comprerò altri animali!

Il mio compito ora è quello di accudirlo, quello di bagnarmi le mani e sperare che lecchi un po' d'acqua e voglio accompagnarlo nella sua sofferenza facendogli vedere che ci sono, non lavarmi le mani e ucciderlo così ho fatto un bel gesto, no mi sono comportato da vigliacco!

Ora non dico non bisogna curare gli animali, attenzione!
Anni fa lui ha avuto un problema al pancreas parecchio grave e stava per lasciarci le penne, e l'ho ovviamente curato facendogli 2 flebo al giorno, ma aveva 11 anni, non 16 e già allora il veterinario mi disse che essendo che aveva problemi di insufficienza cardiaca e respiratoria, se la cura non fosse andata a buon fine, avrebbe avuto poche speranze di vivere!

Mettendoci nei loro panni, quanti di noi sarebbero contenti di essere uccisi da un essere mortale al di sopra di noi che si prende il diritto di ucciderci per non farci soffrire? I gatti sono meno intelligenti di noi sotto certi punti di vista, ma io non mi sentirei con la coscienza a posto a sapere di averlo ucciso.

Gli animali reagiscono d'istinto alle cose e non capirebbe che lo porto dal veterinario per ucciderlo, ma sono certo che se potesse parlare, lui mi direbbe "No grazie! Muoio quando è ora, non accetto che tu decida per me!"

Ho addottato una gattina di circa un anno e mezzo da ieri 13/03/2016.Viveva in una famiglia da circa un mese ed era stata abbandonata dai precedenti proprietari.Da ieri paraticamente non ha toccato cibo pur essendo lo stesso che mangiava nella precedente sistemazione.Mi sembra triste e tende ad isolarsi dentro uno scatolone vicino ad una porta finestra.
Vorrei sapere se questo atteggiamento può essere dettato da uno sfasamento trovandosi in un ambiente diverso e con persone non conosciute.La precedente proprietaria mi ha assicurato che non aveva alcun problema con loro.
Grazie per una cortese risposta.

Caro Francesco,
la micia sicuramente è spaventata. Devi darle il tempo per abituarsi alla nuova casa, ai nuovi rumori, odori, pericoli. Penso che fra una settimana si riprenderà, intanto portale la pappa vicino al cartone dove va a rintanarsi, lasciala lì vicino, così come la lettiera e l'acqua. Pian piano vedrai che uscirà e riprenderà a mangiare. Non forzarla ad uscire, ma dalle tutto quello che può rassicurarla. Se ti avvicini a lei chinati, parlare alla stessa altezza con dolcezza, magari ogni tanto portare qualcosa di particolarmente appetibile, un croccantino, e mettiglielo vicino vicino. Facci sapere!!!

Il mio micio, in salute fino a stamattina quando è uscito. ...poi è tornato, lo stavo spazzolato perché pieno di pezzetti erba secca, ad un certo punto da un lato in prossimità della coscia, ha miagolaTo con voce rauco e bassa ed ha soffiato (cosa mai fatta con me) e di lì in pio si lascia accarezzare ecc. Ma non in quella zona, ma sembra abbia qualche cosa anche in gola perchè vuole mangiare si avvicina alle ciotole di secco, umido, acqua, vorrebbe mangiare ma si allontana e fa strani rumori con la bocca....per il resto non ha febbre, diarrea, nulla. Volevo aspettare perché odia andare nel trasportino

Buona sera ....un mese fa ho portato il mio gatto dal veterinario in quanto non mangiava e non beveva...da ieri é ricaduto nelle medesimi condizioni, ho iniziato io a dargli da bere con la siringa e da mangiare omogenizzati sempre con la siringa.ora vi chiedo un parere ...nel senso se dovrei nuovamente somministrare antibiotico e antinfiammatorio? Ma una cosa che ho notato rispetto all'altra volta aveva gli occhi sporchi di muco giallo....non so se è muco non mi viene la parola esatta...cosa devo fare

Buongiorno Mery. Ti consigliamo di portare il tuo micio dal veterinario visto che l'ha anche già visitato. È sempre meglio non somministrare medicinali senza il parere di un medico. Tienici informati! Buona giornata.

Salve.Da qualche settimana la mia Niky,una gatta di 5 anni,mangia pochissimo,certi giorni addirittura rifiuta completamente il cibo,croccantini Hill's.Naturalmente l'abbiamo fatta vedere dal nostro veterinario il quale visitandola non ha riscontrato alcuna anomalia.Così ci ha consigliato di iniziare delle flebo sottocute di cloruro di sodio e di darle della tetraciclina x un'eventuale emobartonellosi.Poichè trascorsa una settimana la gatta non ha mostrato sintomi di miglioramento,le ha fatto un prelievo x effettuare un emocromo completo e i test fip fiv e felv.Nonostante risulti una lieve ipercreatinemia e sia positiva alla fip,sostiene che tutto ciò sia ininfluente ai fini della sua inappetenza.A questo punto non sappiamo che fare.Apparentemente la gatta sembra normalissima anche se ovviamente comincia a perdere un po' di peso.Saluti.

Caro Fabio,
avete provato semplicemente a cambiargli pappa? Il consiglio è di variare gusto e magari anche marca per un po', inoltre mi sembra di capire che gli date croccantini e basta, scelta giustissima, ma si sa che i gatti sono molto golosi dell'umido, quindi magari potete provare a dargli un po' di scatoletta in alternativa al secco.
Intanto auguri di cuore!

Io ho già portato il mio gatto dal veterinario ha fatto tutti gli esami ma non ha niente però sono parecchi giorni che non mangia poi si rifugia sotto il letto vorrei sapere il perché

Salve, ho un gatto di 16 anni e all'improvviso quest'oggi ha deciso di non mangiare, né bere e non è mai andato sulla lettiera, inoltre fa dei miagolii insistenti nascondendosi o sotto il letto o dietro l'armadio. Solo un paio di volte ha vomitato saliva. Purtroppo presenta un sarcoma sul dorso già visto dal veterinario che ha deciso di non operare, prima di tutto perché è un gatto anziano e poi perché potrebbe ritornare. Non so che fare, mi piange il cuore a sentire i suoi lamenti. Inoltre in casa ho trovato un centopiedi e so che se pungono possono essere molto fastidiosi. Ho provato ad accarezzarlo in testa ma i suoi lamenti diventano più frequenti e poi respira affannosamente. Cosa posso fare?

buongiorno..la mia gatta cloe di quasi 14 anni affetta da morbo di cushing e da diabete ha smesso di mangiare le crocchette diabetic per qualche giorno ha continuato a mangiare carne cruda petto di pollo e tacchino cotto qualche scatoletta....portata dalla veterinaria 4 giorni fa aveva un po di febbre, flebo vitamine antibiotico ecc ecc 3 giorni di terapia a vederla sta benone ma non beve e non mangia...sono stremata da questa situazione ho pensato di sopprimerla.....sbaglio? grazie

Cara Annette
la decisione è delicata da prendere e spetta solo a te.
Prova con altre pappe, e senti il parere del veterinario.
Poi decidi. Auguroni!

il mio gatto improvvisamente ha iniziato a zoppicare è non mangia ne beve da due giorni, ieri al pronto soccorso mi hanno detto che può essere solo una storta (è molto diffidente e non si lascia visitare) stando li è riuscito a camminare bene, quanto può resistere senza bere ne mangiare? oggi è nascosto nel sgabuzzino. grazie.

Caro Edgar,
difficile risponderti, perché le variabili sono tante.
Tieni presente che potrebbe sembrare strano, ma un gatto magro e longilineo ha una durata maggiore di digiuno rispetto ad uno obeso o in forma.
Assicurati almeno che stia bevendo, e comunque, anche per il caldo della stagione in cui ci troviamo, portalo dal veterinario. Potrebbe aver bisogno di essere reidratato.
Se proprio non riesci, portagli nello sgabuzzino la sua pappa preferita e una ciotola di acqua, magari pian piano riprenderà a mangiare. Ma sarebbe meglio una visita.
Facci sapere.

La mia gatta di ventuno anni da circa due giorni non mangia e vomita spesso.
Lei cerca di bere ma ormai è a terra,non si alza dal divano,vorrei portarla dal veterinario ma essendo così vecchia per lei è davvero una sofferenza.
Dalla collottola sembra disidratata... Cosa devo fare???

Complimenti! Davvero un bel sito!

Grazie mille Sara! I complimenti sono sempre ben accetti! :-)

Ho una gatta di 9 anni che causa una stomatite (per cui sta prendendo antibiotico e antidolorifico dati dal veterinario) non riesce né a mangiare né a bere, cosa posso fare per nutrirla? Ho provato a darle dell'acqua con una siringa da un lato della bocca, quello in cui tiene la lingua causa malattia

Ciao Lorenzo,
Fai bene, continua così soprattutto con l 'acqua. Prova con il cibo liquido magari frullando una scatoletta. Se i giorni in cui nn si nutre però diventano troppi non aspettare e avvisa subito il veterinario.

Salve, ho una micia di 6 mesi o poco più, era in salute fino a stamattina. Non ha mangiato ne bevuto, respira male in modo veloce, sta ferma e se si muove lo fa lentamente come se le costasse fatica ma forse è solo una mia impressione, mi fissa con quegli occhioni che certe volte socchiude forse perché si sente tanto male e soffro per lei. Mia madre non si decide a portarla dal veterinario perché non ha più soldi e non so come fare..

Ciao Rosa!
Il tuo commento fa davvero tenerezza. Difficile darti un consiglio se non di fare il possibile x portarlo da un veterinario. Gli animali vanno curati, non soltanto amati se stanno bene. Prova a chiedere al veterinario di venirvi incontro con le spese. Auguri

Ho un gattino di 2 mesi preso dall enpa. E da domenica che è con me ma non mangia niente ma beve acqua. Gli ho dato le crocchette per junior poi paté della royal al manzo per cuccioli ma niente. Avvolte vomita e poi tanta diarrea cosa posso fare? L ho portato dal veterinario e mi ha dato delle pastiglie ma poi le rigurgita non so più cosa fare. Mi può dare un consiglio provinciale favore grazie

Ciao Raffaella,
prova a cambiare ancora tipo di pappa, fino a che non è quella giusta ma non far passare troppo tempo, prova a risentire il veterinario, spiegandogli che vomita anche le pastiglie, così che possa magari nutrirlo lui in altro modo e dargli il farmaco via vena.
E' importante intervenire subito, il micio è ancora piccolo e starà soffrendo.
Facci sapere.

Raffaella, avvisa il veterinario. E' l'unica soluzione.

Buongiorno,
ho una gatta di 4 anni e uno di 1 anno. Da circa una settimana ho portato a casa altri 2 gatti di tre mesi, il gatto rosso (1 anno) inizialmente sembrava tranquillo e non ha modificato le proprie abitudini, da qualche giorno invece rifiuta il cibo... non lo vedo ne mangiare ne bere, per lo meno l'umido.
Non so se può dipendere dalla nuova convivenza e non so come comportarmi

inappetenza e apatia
Gattina di 7 mesi allattata artificialmente quando aveva 10 giorni.
Ora in terapia per micosi con Fulcin da 15 giorni.
da 3 giorni è apatica e rifiuta il cibo, qualsiasi cibo. Può essere effetto collaterale del farmaco? Grazie

Buongiorno, io ho 3 gattini, che vivono fuori. L'altro giorno un altra delle gatte ha portato un ratto e i 3 micini l'hanno mangiato. Da allora però mi sembra che non stiano tanto bene, in particolare due che ora tendono ad isolarsi e mangiare poco. Cosa posso fare?

Ciao Debora. Specialmente perché sono piccini, ti consigliamo di portarli dal veterinario. Sarai più tranquilla tu e anche loro :-) Facci sapere

Da tre giorni si e' allontanata da casa la mia gatta di 15 anni, e' raro che rimanga lontano da noi piu' di un giorno, mi sto' preoccupando il mio pensiero è che si è allontanata di proposito, non sara' che ha sentito che potrebbe essere alla fine dei suoi giorni? mi darebbe una risposta a questa mia preoccupazione, grazie

Mi chiama Edith. Ho un gatto anziano.con la prezenza di: 1)cardiomiopatia felina di tipo restrittivo con segni di insufficienza cardiaca congestizia;2)neoformazione polmonare di presunta natura neoplastica..Mi hanno consigliato Furosemide.diuretico&Prednison.Cicci Cocco, mangia pochissimo è fa diarrea con sangue.I veterinari diccono che ha poco da vivere.3anni l'ho avevo curato dando caninsulin ,da due mesi ho sospeso l'insulina perché la glicemia era buono. 2 anni fa gli ho fatto cura per i reni.Nel arco della sua vita è stato curato con cortisone,intervento per gengivite..Si spezza mio cuore,sta dimagrendo,respira male..ho pensato se sarebbe meglio sospendere il Prednisone ,ha tante contraindicazioni. Da 3 anni gli do da mangiare bocconcini renal royal canin&crocchette per diabete.Adesso cosa potrei fare?Lecca solo un po di bocconcino.e bere aqua. Grazie.

ho una gattina di 4 mesi arrivata sabato pomeriggio dopo un viaggio in auto di 2 ore, si nasconde e si lascia prendere poco ma capisco, deve abituarsi, il problema è che da sabato non l'abbiamo ancora vista mangiare bere o fare i bisogni, come dobbiamo comportarci? le abbiamo messo ciotole di crocchette, acqua e anche latte ma non sono state toccate. Abbiamo paura che si disidrati. Devo inserire altri tipi di cibo anche se mi hanno detto che mangiava solo crocchette e sono andata a comperare la stessa marca? Grazie

Pagine