Gatto elegante ed agile, l'Angora Turco è l'ombra del suo padrone e ama i bambini
 

Carattere e personalità

Il gatto angora turco, ha un carattere quieto e per questo si adatta perfettamente alla vita domestica. È curioso, affettuoso e coccolone. Instaura un legame particolare di amore e rispetto per un solo membro della famiglia. che segue ovunque e col quale ama dormire. Se lo si ignora fa di tutto per attirare l'attenzione fino ad ottenerla. Viene anche definito "gatto parlante", perché oltre a stare ad ascoltare, cerca di rispondere emettendo dei veri e propri gorgheggi. È soprattutto molto intelligente, basta sgridarlo una volta e capisce l'errore.

Con i bambini

L'Angora Turco dimostra una particolare predilezione per i bambini tanto da arrivare a curarli come fossero suoi cuccioli.

Con gli altri

Non disdegna la compagnia di altri animali, come cani e gatti, con i quali instaura un  rapporto  di stimata amicizia. È socievole anche con gli estranei.

 

Come si presenta

Il gatto angora turco è un piccolo felino di razza originario della Turchia e caratterizzato da eccezionale eleganza, dal pelo lungo, morbido e setoso, e da un carattere molto vivace, comunicativo e socievole. L'Angora Turco è un gatto di medie dimensioni il cui peso può variare dai 3 kg per le femmine ai quasi 5 kg degli esemplari maschi adulti. L'Angora Turco, grazie alla sua tipica muscolatura atletica è un gatto robusto, proporzionato, molto agile nei movimenti così come nei salti. Arriva a  compiere vere e proprie acrobazie per esempio sulle porte di casa. Un bel “tiragraffi” aiuterà a distrarlo dagli oggetti di casa. Il pelo estivo si presenta molto più corto rispetto a quello invernale. È la razza ideale per tutti coloro che desiderano instaurare un legame speciale col proprio gatto, un feeling particolare simile a quello che si instaura col proprio cane, infatti ha una grande dedizione per gli esseri umani e soprattutto per i bambini.
Il prezzo di un Angora Turco può variare a seconda che sia da compagnia con certificato d'origine, esemplare da riproduzione, da allevamento  o cuccioli  bianchi che sono sempre più rari

 

Cura del pelo e salute

Quante volte spazzolarlo

Non avendo sottopelo, la sua toelettatura è molto facile e poco impegnativa, basta spazzolarlo 1-2 volte alla settimana. Per una pulizia accurata è bene di tanto in tanto fargli il bagno abituandolo fin da piccolo. Sarà sufficiente una spazzolata ogni settimana nei periodi normali e due spazzolate alla settimana nei periodi di muta per eliminare il pelo morto in eccesso.

La salute

Dal punto di vista della salute l'Angora Turco si dimostra un gatto particolarmente forte che difficilmente si ammala ance se talvolta può soffrire di patologie ereditarie delle quali è preferibile chiedere la storia clinica all'allevatore. Tra le patologie ereditarie di maggior rilevanza:

  • la cardiomiopatia ipertrofica, una malattia del cuore che non lascia scampo a chi ne è affetto
  • l'atassia genetica, una malattia ereditaria dei cuccioli che li porta alla morte entro il terzo mese di vita

L'alimentazione

Particolare attenzione deve essere prestata all'alimentazione in quanto i gatti di questa razza tendono facilmente ad ingrassare ed un peso eccessivo potrebbe causare problemi di varia natura. Una sana alimentazione contribuirà alla sua buona salute fisica ed estetica.

 

Varietà di colore

Alcuni colori non sono riconosciuti da tutte le associazioni. La varietà più famosa e tradizionale è l'Angora Bianco, ma esiste anche in molti altri colori. Originariamente il mantello bianco e occhi azzurri erano accompagnati dall'handicap di sordità, ma grazie a una dura selezione fu debellato il problema. La varietà ad occhi impari, conosciuta come Ankara Kadi viene considerata la più antica.
L'Angora può essere Nero, Bianco, Blu, Crema, Rosso, Smoke, Blu smoke, Tabby mackerel e blotched, Silver tabby, Red tabby, Brown tabby, Blu tabby, Cream tabby, Tortie, Tortie blu-crema, Tricolore. Viene ammesso qualunque altro colore o disegno, eccetto quelli che rivelino ibridazione, quali Chocolate, Lilac, Colourpoint e gli stessi associati al bianco.

 

Standard della razza

Categoria

Pelo Lungo e Semilungo.

Corporatura

Intermedia.

Peso

5 kg.

Corpo

Di media grandezza ha una muscolatura fine ma ben sviluppata, completamente coperto da pelo; privo di sottopelo. Di forma allungata e tubolare. Ossatura minima, petto stretto e tronco snello, aggraziato ed agile. Presenta un collo di media lunghezza, abbastanza sottile e aggraziato.

Mantello

Di media lunghezza sul corpo, con gorgera più lunga. Il pelo è sottile e lucente come la seta; presenta una caratteristica angolatura sul ventre. Sono ammessi tutti i colori, escluso il colorpoint , lilac, fawn e chocolate o altri colori che sono segno di ibridazione.

Testa

Triangolare di media lunghezza. Il profilo è leggermente curvato, il muso fine e il mento  forte.

Occhi

Leggermente a forma di mandorla possono essere di  colore blu, impari, ambra o verde in base al mantello.

Naso

Di media lunghezza, diritto, leggermente incurvato, ma senza stop.

Orecchie

Forma lunga e appuntita, proporzionata rispetto alla forma cuneiforme della testa; attaccate in alto sulla testa; larghe alla base, con dei ciuffi di pelo sulle punte. Appaiano quasi trsparenti internamente, però ben coperte di pelo che supera il lobo dell'orecchio.

Mento

Leggermente forte e arrotondato.

Arti

Si presentano lunghe e fini. Gli arti posteriori sono un po' più alti degli anteriori, donando un aspetto ballerino nella camminata.

Piedi

Rotondi, piccoli, presenza di ciuffetti di pelo tra le dita.

Coda

Rricca, larga alla base quanto la larghezza della schiena, affusolata sulla punta con un lungo pelo ricadente che le dà l'aspetto di un pennacchio, portata dritta o ricurva fino a toccare quasi la testa.

Penalità

Coda piegata o anomala; tipo Persiano.

 

Cenni storici e origini

L'Angora Turco è una delle razze feline a pelo semilungo più antiche che si conoscano. È stata tra le prime razze registrate nelle Associazioni feline. Il suo nome deriva da Ankara, capitale della Turchia. Nel 1620 Pietro della Valle, detto "il Pellegrino", gentiluomo romano, umanista, famoso viaggiatore e archeologo dell'epoca, approdato in Turchia rimase colpito da questo affascinante e delicato gatto, che portò con sé al ritorno a Roma, insieme ai suoi reperti egizi. Ne portò ben sette coppie che donò ad amiche del patriziato romano. Gli Angora Turchi dovranno però aspettare l'arrivo di Nicolas Claude Fabri de Peiresc, collezionista d'arte e appassionato di gatti, che importò due coppie di questi in Francia, le quali conquistarono benevolenza delle dame e dei borghesi dell'epoca. Perfino Luigi XV fu ritratto diverse volte accanto al suo splendido gatto bianco di Angora Turco di nome "Brillant". Questa fama arrivò fino in Inghilterra, dove ebbe una grande popolarità, specialmente in epoca vittoriana. Gli Angora Turhi furono i promotori del Persiano e proprio nelle esposizioni feline, l'emergere di quest'ultimo tipo, ne causò la quasi totale estinzione. I Turchi, gelosi della loro razza, proibirono tutte le esportazioni di gatti e affidarono allo zoo di Ankara un programma per la salvaguardia della razza, ammettendo alla riproduzione solo gli Angora bianchi. Solo agli inizi degli anni '60, quando alcuni soggetti vennero importati negli Stati Uniti, ci fu una nuova rinascita della razza. Nel 1970 venne riconosciuta solo nel colore bianco e nel 1978 nelle varietà colorate, ma le opinioni su questa scelta su una nuova selezione divergono tra le associazioni.

 

Libri consigliati

  • 101 ricette da preparare al tuo gatto

    È arrivata l'ora di gettare definitivamente nel cestino le noiosissime scatolette e i fastidiosi croccantini.
  • 1001 cose da sapere e da fare con il tuo gatto

    Intelligente? Curioso? Indipendente? Affettuoso? Come descrivere il gatto, un animale che accompagna gli esseri umani dalla notte dei tempi, ma che, forse, non è stato ancora pienamente compreso?
  • Tira fuori la gatta che è in te

    Bellissimo libro per donne che si sentono feline o ancora non sanno di esserlo.
  • Gattoterapia. Gli esercizi

    La presenza di un gatto in famiglia non è importante solo per il benefico influsso di un pezzetto di natura selvaggia (o quasi) in casa, per contrastare lo stress o far crescere i bambini in modo p
 

Lascia un commento

Buongiorno, ho un gatto angora turco di 11 anni e da tre mesi uno degli occhi da verde intenso a lentamente cambiato colore fino a diventare interamente color ambra. Vorrei sapere se è causato dalla vecchiaia o da qualcosa di più preoccupante. Grazie.