I comportamenti più strani e pazzi del curioso mondo felino

Chi non ha mai visto le cose pazze che spesso fanno i gatti! E a chiedersi perché. In genere si tratta di azioni che fanno tutti i gatti, ma come mai si ripetono come comuni rituali?

Gatto sulla tastiera

Si piazza sul giornale o sulla tastiera del computer

Spesso capita che come si prenda il giornale o si apra un libro arrivi il gatto di casa per piazzarsi con indifferenza proprio sulle pagine impedendo di leggere, ma non disdegna neanche il tablet. I gatti sono davvero bravi nel far sempre percepire la loro presenza, ancor di più se quello che si sta facendo non li coinvolge. Si può pensare che vogliano soltanto disturbare, attirare l’attenzione per gelosia. È sufficiente dedicare qualche minuto alle coccole per far sì che il gatto si calmi e magari decida di mettersi più comodo altrove. Invece se piomba sulla tastiera del computer sdraiandosi sopra può essere semplicemente perché la tastiera infonde calore e i gatti si sa quanto lo cerchino.

Improvvisamente sembra impazzito

Ci sono momenti in cui il gatto all’improvviso inizia a correre per casa, saltando sui mobili, lanciandosi verso prede immaginarie, per poi prendersi la sua stessa coda, gonfiarsi, correre di nuovo all’impazzata. Può capitare in genere in tarda serata oppure appena si spengono le luci per andare a dormire. Il gatto in effetti si sta creando delle situazioni di caccia e simula con il gioco veri attacchi predatori spinto dal suo istinto naturale. Gli attimi di pura pazzia sono in effetti delle scariche di energia repressa soprattutto per i mici che vivono in casa. Non ci si deve preoccupare, è un comportamento normale e comune in molti gatti, così come quando disturbano di notte. Vedi anche Perché i gatti disturbano di notte.

Mangia fuori dalla ciotola

Anche se la ciotola del cibo è pulita può capitare di trovare pezzi di mangiare proprio di fianco e di vedere il gatto prendere con le zampine il cibo e mangiarlo direttamente dal pavimento. Si tratta di un comportamento che non dipende dalla scarsa igiene ma solo per comodità. Alcuni cibi in scatola hanno pezzi piuttosto grossi o compatti per questo il gatto cerca di aiutarsi con le zampe. Inoltre se la ciotola della pappa è troppo profonda le vibrisse toccano i bordi, si schiacchiano ed essendo degli importanti rilevatori di movimento i gatti non gradiscono sollecitazioni inutili. Anche per questo portano i pezzi di cibo sul pavimento, per evitare che le vibrisse, i baffi, si pieghino sui bordi della ciotola.

Lancia i giochini per aria

Per i gatti è del tutto normale lanciare un oggetto in aria proprio per raffinare le sue tattiche di caccia. In genere il gatto lancia per aria i giochi per simulare l’atto della pesca. I gatti sono abili pescatori che amano stare sul ciglio dell’acqua aspettando che un pesce sobbalzi fuori per afferrarlo al volo e ucciderlo. Per questo i gatti amano quando gli si lanciano le palline, anche di carta o quando lo si fa giocare con strisce di nastro. Sono tutti schemi di caccia per lui.

Raspa vicino alla ciotola o fuori dalla lettiera

In genere il gesto del raspare serve per nascondere gli odori. Il gatto simula la stessa azione di quando fa i suoi bisogni. L’istinto gli suggerisce di coprirli per evitare di dare possibili segnali a nemici predatori. In altri casi invece di proposito non ricopre i suoi odori per affermare la sua posizione di dominio. Si può notare che ripeta la stessa azione anche nei pressi della ciotola con il cibo ma con finalità leggermente diverse. È sempre il suo istinto a dettare i movimenti, quindi ripete un gesto rituale che facevano i suoi antenati gatti, ovvero quello di nascondere il cibo nella tana per difenderlo da possibili agguati nemici o preservarlo per eventuali momenti di carestia. Anche se un gatto in appartamento non devo difendere la sua pappa da altri animali, la sua natura primordiale gli dice di farlo. Può anche capitare che il gatto porti i giochini in prossimità proprio della ciotola. Non avendo una tana considera la zona della pappa come rifugio e quindi tende a difendere le sue prede che sono in questo caso i giochi.

Fa versi strani guardando un uccello o insetto

Chi ha un gatto in casa sa bene quale sia il verso che il gatto emette quando vede un uccello o un’altra preda al di fuori della finestra. Sembra quasi che che batta i denti facendo una sorta di sibilo o tichettio. In effetti è un comportamento abbastanza comune nei gatti. Si tratta di un verso dettato dal suo istinto predatorio che scatta solo quando osserva una possibile preda. Alcuni esperti sostengono che sia il sintomo di un forte stato di eccitazione o frustrazione, secondo altri invece è un suono di minaccia anche se generalmente i gatti cacciano in assoluto silenzio. Gli studi più recenti ritengono che il gatto battendo i denti si eserciti nel morso dopo aver catturato la preda, come se nel loro immaginario l’avessero già afferrata. Quando un gatto uccide infatti esercita un morso secco che taglia il midollo spinale con un movimento vibratorio delle sue mandibole. Vedi anche Il gatto e la caccia.

Insegue e attacca il cane del vicino di casa

Può capitare che il gatto riesca ad allontanare anche un cane molto più grande di lui stabilendo con chiarezza i ruoli di potere e dominio. Davanti ai pericoli i gatti tentano spesso la fuga mettendosi al riparo soprattutto cercando luoghi alti. Qualora non lo faccia può essere che non ci siano scappatoie nelle immediate vicinanze quindi è meglio attaccare il nemico subito. Le pose tipiche di un gatto che sta per aggredire servono sempre per farlo sembrare più grande, infatti inarca la schiena, gonfia il pelo, allunga le zampe. Può capitare che si metta anche di lato rispetto al cane così che di profilo possa apparire più grande. Il cane spesso scappa via spaventato da tanta aggressività, in questo caso il gatto ha bluffato bene e può permettersi di rincorrerlo. Se non ci fosse stata da subito questa “messinscena” e il gatto fosse fuggito via, sarebbe stato il cane spinto dal suo istinto predatorio a correre dietro al gatto.

Porta in casa pezzi di topi o altri animali morti

Soprattutto le gatte femmine sterilizzate tendono a portare in casa brandelli di prede catturate, per un istinto materno, comportamento non sempre gradito dal proprietario. Un gatto che vive in semilibertà non caccia per fame ma per istinto e divertimento per questo porta in casa i resti del suo gioco per compiacere il proprietario, come la mamma che porta la pappa ai cuccioli. Agli occhi del gatto l’essere umano che si prende cura di lui è un pessimo cacciatore che ha bisogno del suo contributo. Per questo motivo non si deve sgridare il gatto, ma ringraziarlo per il gentile dono e magari senza farsi vedere provvedere poi ad eliminarlo.

Fa agguati notturni a nuovi ospiti di casa

Quando un gatto è allevato fin da cucciolo in una casa da uno stesso proprietario sicuramente si instaura un legame molto forte. Per questo se entra in casa un nuovo ospite, fidanzato, amico, parente che sia il gatto ne risente e si comporta quasi da amante geloso. Si sente minacciato dall’ospite e teme di esser messo in secondo piano. Trovare quindi di notte dei nuovi piedi che escono dalle lenzuola non possono che essere uno stimolo perfetto per giocare e fare agguati improvvisi. La situazione va però affrontata non consentendo al gatto di dominare. Si deve procedere con pazienza e calma e provare di notte a chiudere la porta della camera da letto non facendosi intimorire dai possibili miagolii del gatto. Poi si può cercare di dedicargli più tempo per il gioco e le coccole, magari insieme al nuovo ospite così da rassicurarlo.

Si avvicina a chi lo evita

Occorre precisare da subito che il gatto teme lo sguardo diretto in quanto lo percepisce come minaccia e affronto aggressivo. Per questa ragione se ci sono ospiti in casa che amano i gatti tenderanno a chiamarlo, a cercarlo, magari a prenderlo in braccio generando in lui timore. Un ospite invece che non ama i gatti o gli animali eviterà il suo sguardo, lo ignorerà e per questo sarà il gatto stesso a cercarlo perché percepito come estraneo più rassicurante e non aggressivo.

Preferisce l’acqua stagnante a quella della ciotola

Chi ha un gatto in casa spesso ha provato a cambiare la ciotola dell’acqua, a lavarla più spesso, a cambiare detersivo o a non usarlo del tutto per cercare di far bere di più il micio. Tutte queste azioni sono spesso inutili o addirittura controproducenti. Prima di tutto perché l’acqua del rubinetto di casa spesso ha un forte odore di cloro, per questo non è amata dal gatto, meglio acqua stagnante maleodorante piuttosto che acqua trattata col cloro o detersivi. Non bisogna sorprendersi più di tanto se si considera che in natura i gatti bevono da pozzanghere d’acqua o stagni.

Si intrufolano nelle scatole

Non c’è scatola in casa che il gatto non abbia provato! Chi ha il gatto sa cosa si voglia dire. Come si porta in casa una nuova scatola o sacchetto il gatto si precipita dentro, di qualsiasi forma e dimensioni si tratti. A volte sono buffi perché cercano di entrare in scatole troppo piccole per loro. Questo comportamento è sempre legato al loro istinto di caccia. Stando in una scatola si sente protetto e più libero di cacciare oltre che più al caldo.

Se il proprietario è in bagno il gatto arriva

Si sa che i gatti sono animali curiosi per natura, per questo se non vedono in giro per casa il proprietario tendono a cercarlo. Se poi la porta è chiusa allora la sfida diventa per il micio ancora più interessante. Può capitare che il gatto si accovacci e fissi il proprietario mentre è in bagno ad espletare i suoi bisogni. In altri casi salta in braccio e cerca coccole. Probabilmente percepisce che in quel luogo il proprietario non può scappare e le coccole sono quindi assicurate.

 

Libri consigliati

 

Lascia un commento

Comportamento * Salve, i miei due mici, europei di un anno di età producono un prrrrr, un suono breve, ogni volta che saltano o si avvicinano a noi, che magari pisoliamo o siamo intenti in qualche attività. Penso sia un modo per avvisare che stanno arrivando, altrimenti sarebbero silenziosissimi. È corretto?

Ciao Marco!
Il loro prrr è un modo "gattoso" per salutarti.
È un po' come fare le fusa.
Ricambia il loro saluto con un cenno. Cercano soltanto di attirare la tua attenzione!
Ciao

la mia gatta, un europea di 4 anni. da poco più di una settimana ha iniziato a notare il suo riflesso in specchi e altre superfici considerandolo un nemico, soffia e miagola in modo aggressivo. Fa la posta a questo nuovo invasore. Cosa posso fare perchè capisca che non deve temere nulla e si rilassi?

@paola: sei sicura che non stia semplicemente giocando? I gatti sanno fare in modo esemplare i giochi di ruolo. Si creano situazioni particolari in cui applicano le loro strategie di difesa e di caccia. Penso proprio che lo stesso stia facendo la tua gatta!!!

salve, la mia gatta mi fissa e poi scappa all'improvviso peró proprio spaventata, poi mi avvicino per tranquillizzarla e noto che le batte il cuore fortissimo. Una volta dal suo spavento iniziai ad impressionarmi anch'io. Qualcuno sa dirmi il perché?

Ciao a tutti! Vorrei sapere perché il mio gatto di 8 anni, sterilizzato e coccolone da sempre, almeno una volta al giorno Va in un'altra stanza e miagola da solo o fa versi strani...ma perché? Grazie in anticipo.

Salve a tutti!
Vorrei sapere perché il mio gatto di 8 anni, europeo e castrato, dal carattere molto docile e socievole, a volte Va in un'altra stanza e miagola forte, senza motivo apparente.
Grazie e ciao!