Con le creste di gallo si prepara una gustosa ricetta miciosa

Le creste di gallo sono un alimento usato poco in cucina, ma decisamente appetitoso anche per i gatti e piuttosto economico. Le dose indicate sono per tre pasti, razione giornaliera indicata per un gatto adulto di 4 kg. Si può preparare in anticipo e congelare dividendo in tre dosi la pappa.

Vedi anche Consigli per preparare la pappa in casa.

Si ringrazia Laura Rangoni per averci concesso la pubblicazione di questa ricetta tratta dal suo libro “101 Ricette da preparare al tuo GATTO almeno una volta nella vita. Laura Rangoni è giornalista e scrittrice amante del mondo felino, della buona cucina e del vino. È tra i più noti autori italiani contemporanei di cucina e studiosa di tradizioni popolari dell’alimentazione e gastronomia. Tutte le ricette le trovi qui.

 

Ingredienti

  • 50 gr di riso
  • 150 gr di carne di pollo disossata
  • 2-3 creste di gallo
  • 1 cucchiaio di olio di semi di mais
  • 1 carota
  • 1 zucchina
 

Procedimento

  1. Far lessare le verdure per almeno trenta minuti in poca acqua. Scolarle e passarle nel frullatore.
  2. Cuocere per oltre mezzo’ora il riso, va benissimo anche quello integrale o rosso selvaggio, fino a quando risulta quasi sfatto.
  3. Sbollentare per circa dieci minuti la carne di pollo tagliata a dadini e le creste di gallo tritate grossolanamente.
  4. Scolare la carne dal brodo di cottura e unire al riso e alle verdure amalgamando con un cucchiaio di olio.
  5. Servire nella ciotola.

 

Libri consigliati

  • Perché i gatti si fanno di erba e noi siamo pazzi di loro

    Perché i gatti "fanno la pasta"? Cosa comunicano con le fusa? È vero che amano la musica? E perché perdono la testa per l'erba gatta?
  • Gattology

    Chi possiede un felino lo sa: il gatto, più che un animale da compagnia, è una vera e propria filosofia di vita.
  • Il gatto

    Macchie di pipì sul tappeto. Graffi sui mobili. Topi morti sulla porta di casa. Peli sui vostri vestiti preferiti...
  • 101 ricette da preparare al tuo gatto

    È arrivata l'ora di gettare definitivamente nel cestino le noiosissime scatolette e i fastidiosi croccantini.
 

Lascia un commento